Nasce muto e senza mascella ma realizza il suo sogno di “cantare” – FOTO&VIDEO

L’avvincente storia di un bambino nato senza la mascella che ha lottato per realizzare il suo sogno.

isaiah da piccolo

Unimamme, vogliamo parlarvi di una bella storia riguardante un ragazzo un po’ diverso dagli altri convinte che possa trasmettervi tanta speranza.

Isaiah Acosta con pochissime speranze di farcela realizza il suo sogno più grande

Isaiah Acosta è un ragazzino che oggi ha 17 anni, originario di Phoenix, nato senza vie per far entrare l’ossigeno nel suo corpo.

“Alla sua nascita mi hanno detto che non avrebbe camminato o parlato, ogni giorno mi ricordo che siamo fortunati ad averlo con noi” ha riferito la mamma in un’intervista.

Isaiah è privo della mascella ed è muto, quindi per comunicare usa il linguaggio dei gesti e il suo telefono.

Nonostante le sue difficoltà Isaiah è un ragazzo con tanti amici e possiede un’enorme creatività, infatti compone rap.

Non ha paura di essere rifiutato” dichiara la sua mamma.

In passato gli è stata anche offerta la possibilità di fare un’operazione di chirurgia plastica per la mandibola e lui l’ha rifiutata sostenendo che non avrebbe modificato la qualità della sua vita.

“Isaiah è un ragazzo coinvolto nei servizi per la comunità” aggiunge una delle sue insegnanti.

Il sogno di questo ragazzo è molto particolare: lui infatti compone rap.

Ad aiutarlo un noto rapper di Phoenix, Trap House,  venuto a conoscenza della sua storia grazie all’ospedale che ha in cura Isaiah.

Devi puntare in alto per essere in grado di fare ciò che  vuoi, non lasciarti abbattere dalle opinioni altrui e non lasciare che ti impediscano di raggiungere i tuoi obiettivi” ha dichiarato il rapper Trap House nel video che racconta la storia di Isaiah.

Isaiah ha una voce che esprime scrivendo, io ho letto solo un paio di versi e mi sono commosso” ha commentato il padre del ragazzo.Credo che questo avrà un impatto su molte persone“.

Ecco alcuni versi della sua canzone “Oxygen to fly” nella quale parla della sua lotta per vivere nella sua condizione, condizione che conta solo 2 casi in tutto il mondo e lui è l’unico sopravvissuto:

“Non mi importa che cosa pensano le persone di me/ sono orgoglioso e onorato che mi sostengano/ la mascella è andata ma io mi voglio bene/ come un leone per la mia famiglia/ il cuore batte attraverso una tragedia”.

Il rapper e Isaiah hanno anche girato un video tratto dalla prima canzone di Isaiah. Eccolo:

Isaiah ha aggiunto che la canzone sta aiutando centinaia di bambini presso il Childrens’ Miracle Network Hospital, che si occupa di salvare bambini gravemente malati e a cui andranno i proventi dalla vendita della canzone.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa commovente storia? Se volete potete scaricare la bellissima canzone di Isaiah su Itunes o seguirlo su Instagram.

Noi vi lasciamo con la lettera di un bimbo disabile che scrive che essere diversi è una ricchezza.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta