Una mamma coraggiosa ha compiuto un estremo atto d’amore per il figlio (FOTO & VIDEO)

Una mamma, dopo aver scoperto di essere affetta da una grave malattia, ha scelto di rischiare la sua vita per far nascere il figlio.


 

Unimamme, ci è già capitato di parlarvi di storia in cui madri coraggiose hanno rischiato la vita per i loro bambini, combattendo indomite battaglie contro terribili malattie come Rikki Graves, ma quella della trentaquattrenne Karisa Bugal è una di queste, che si distingue per un elemento decisamente determinante.

Mentre Karisa andava in travaglio presso Medical Center di Aurora, in Colorado, veniva anche a sapere di essere affetta da una condizione molto grave chiamata embolia di liquido amniotico.

Si tratta di una malattia molto seria che, purtroppo, lascia pochissime speranze di sopravvivenza.


 

Il liquido amniotico che circonda il piccolo o una parte della pelle del bimbo entra in contatto con il sangue della madre, provocando un arresto dei suoi organi e dunque causandone la morte.

L’embolia di liquido amniotico colpisce 1 donna su 12 ad ogni 100 mila gravidanze. Dal momento che si tratta di una malattia così rara non ci sono studi approfonditi sull’argomento e la sua diagnosi spesso e volentieri suona un campanello di morte per la mamma.

Nel momento in cui la frequenza cardiaca del bimbo ancora in pancia di Karisa ha cominciato a diminuire, la donna ha avuto due drammatiche opzioni:

  1. fare un cesareo immediato per tentare di salvare il bambino
  2. ritardare il cesareo per cercare di salvare la propria vita

Questa mamma prese la decisione di tentare di salvare il figlio e così il piccolo Declan è venuto alla luce il 4 novembre.


 

Karisa è vissuta abbastanza per sapere che il suo bimbo stava bene. Ora il marito di Karisa si trova però a dover elaborare il proprio lutto e pensare al figlio neonato.

L’uomo, ancora sconvolto per la perdita della compagna non sa come farà a spiegare al suo piccolo perché non ha una mamma, ma noi siamo fiduciose che, col tempo, troverà il modo giusto per comunicare al bimbo lo straordinario atto di coraggio e di amore di Karisa.

Unimamme e voi cosa ne pensate dell’estremo sacrificio di Karisa? Voi cosa avreste fatto al suo posto?

 

Fonte: The Stir 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta