“Grazie per aver fatto sorridere mio figlio”: scrive una mamma a un’altra -FOTO

Una mamma di un bambino con bisogni speciali scrive un post virale riguardo un incontro svoltosi di recente.

Unimamme, dobbiamo imparare a parlare ai bambini di disabilità in modo che sappiamo come comportarsi e avvicinarsi a un piccino diverso da loro.

Lo ha fatto molto bene una mamma, alla quale è dedicata la lettera che vi mostriamo.

Una mamma parla del suo incontro con un’altra mamma e i suoi figli

Leah Carrol è la mamma di un bambino disabile e che, dopo un incontro fortuito con una mamma e i suoi 3 figli, ha voluto raccontare cosa è accaduto e ringraziarla.

Ecco la lettera pubblicata sul suo profilo Facebook e tradotta per voi:

“Per la mamma dei 3 bimbi del Chick Fil A, ho avvertito il tuo panico quando il tuo bimbo di 5 anni ha puntato il dito verso mio figlio nella sua sedia a rotelle e gridava:”mamma guarda quel bimbo”. Ti sei sporta verso di lui e hai detto a lui e al fratellino di 3 anni che non si dicono quelle cose e che non bisogna puntare le dita o fissare. Ma come nella maggior parte dei casi questi suggerimenti sono inutili con i bambini, le loro menti sono curiose e loro continuano a fissare, chiedendo ad alta voce cose riguardanti la diversità di mio figlio.

 

Quando hai capito che i tuoi sussurri non stavamo funzionando ho visto il panico scomparire, hai fatto un profondo respiro e hai compiuto un passo di coraggio.

Hai portato i tuoi figli da Malachi e hai detto: “scommetto che lui vorrebbe conoscere i vostri nomi“. Nel momento in cui Malachi ha sentito come si chiamavano ha cominciato a fare un largo sorriso da orecchio e orecchio, a balbettare verso di loro. La gioia nei suoi occhi mi ha fatto piangere, a lui piacciono i bambini della sua età, ma molti hanno paura di avvicinarsi e parlare con lui.

 

I tuoi bambini hanno continuato a chiedere informazioni sui suoi tutori per i piedi, la sua sedia a rotelle, perché le sua gambe non funzionassero, perché tenesse la sua bocca aperta in quel modo.

Tu hai trovato il tempo di educare i tuoi figli in quel momento e aiutarli a capire che essere diversi va bene. La diversità non è qualcosa di cui avere paura. E che va bene chiedere informazioni. Grazie per aver dato a mio figlio l’opportunità di conoscere i tuoi bimbi.

 

Grazie per essere il tipo di mamma che educa i propri bambini invece di provare a farli stare zitti freneticamente.

Le mamme dei bambini con bisogni speciali hanno bisogno di sviluppare una pelle resistente, ci abituiamo alle occhiate, ai commenti, ai sussurri. Per favore, sappiate che ci vuole molto per offenderci, in modo particolare quando i commenti provengono da bambini piccoli.

Date ai vostri bambini la stessa grazia che diamo noi e cogliete l’opportunità di insegnare loro le diversità. Quindi, mamma di Chick Fil, grazie per crescere dei bambini che possano accogliere Malachi e grazie per aver dato a mio figlio qualcosa di cui sorridere.”

Unimamme, voi cosa ne pensate della parole di questa mamma?

Il suo post ha ottenuto più di 200 mila Like ed è stato condiviso 75.500 volte.

Voi parlate di disabilità ai vostri figli? Come si sareste comportate al posto di quella mamma?

Vi lasciamo con 6 consigli per parlare di disabilità coi figli.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta