Una mamma fa una doppia mastectomia per vedere crescere i suoi 2 figli – FOTO

Una mamma condividere alcune sue foto intime per spiegare ciò che ha affrontato e perché.

Unimamme, oggi vogliamo raccontarvi la storia di una donna che ha deciso di raccontarsi e raccontare ciò che ha affrontato.

Una mamma condivide alcune foto intime per un motivo preciso

Christina Pacitti, mamma di 2 bambini, ha deciso di condividere le foto del suo corpo trasformato dopo un’operazione.

La donna ha infatti affrontato una doppia mastectomia preventiva, si è fatta cioé asportare entrambi i seni e li ha fatti ricostruire dopo un test risultato positivo per il gene BRCA1, un tipo molto aggressivo di cancro al seno. Qualcosa simile a ciò che ha fatto Angelina Jolie anni fa.

“Quando ho visto per la prima volta il mio corpo dopo la lipomodellazione ho pensato che sembrava fosse stato colpito da un camion”.

Christina afferma che nel corso degli ultimi 7 anni il suo corpo ha dovuto affrontare molte prove: 2 gravidanze, 2 parti e due operazioni.

“Dire che ci sono stati grandi cambiamenti è quasi superfluo. Grandi e piccole cicatrici, ferite da puntura, ombre dalle ferite e smagliature”.

 

“In alcuni giorni il mio cuore è completamente spezzato vedendo uno specchio. Qualche altra volta riesco a risucchiarlo, mettere un po’ di lucidalabbra e andare avanti con la vita. Ho delle smagliature ma sono benedetta dall’aver avuto 2 bellissimi bambini. E le cicatrici? Per rispondere a quelle prometto di esserci per mio figlio e mia figlia e che diventerò vecchia con il mio fidanzato. Sono una sopravvissuta alla predisposizione al cancro”.

Christina ha deciso di fare i test per la predisposizione al cancro nel 2015 quando ha perso sua cugina Maria per cancro ovarico.

Il test ha confermato che anche lei era ad alto rischio di avere un cancro ovarico o al seno.

Ho pensato subito ai miei bambini. Non potevo sostenere il pensiero di non essere vicino a loro mentre crescevano”.

Christina si sentiva in colpa anche per la possibilità di aver passato il gene ai suoi figli e piangeva ogni giorno.

Quindi, dopo aver parlato con il suo fidanzato Allan Hood la donna ha preso una decisione definitiva.

Così questa mamma ha affrontato un’operazione di lipomodellamento. “I miei figli Alfie e Lily hanno visto le mie cicatrici e io ho cercato di spiegare loro che la mamma ha dovuto fare alcune operazioni per non ammalarmi in futuro.”.

Secondo lei era importante anche trasmettere l’idea che gli ospedali non siano posti spaventosi ma luoghi in cui le persone possono riprendersi e curarsi.

“Erano molto attenti intorno a me e mi chiedevano: stai bene mamma?”.

Christina ha dovuto sottoporre il suo fisico a dolore e sofferenza “ero frustrata perché non mi sentivo normale e ancora più profondamente mi sentivo colpevole”.

La mamma si sentiva colpevole perché i suoi figli hanno il 50% di possibilità di aver ricevuto questo gene.

“Mi sento anche colpevole per aver ricevuto consapevolezza sulla mutazione genetica e per aver avuto l’opportunità di ridurre il rischio quando invece altre donne non hanno avuto questa chance”.

Col tempo però Christina ha capito di sentirsi fiera delle sue cicatrici perché mostrano come lei abbia fatto dei passi per salvare la propria vita.

Presto Christina dovrà rimuovere anche le tube di Falloppio e pianifica anche di rimuovere le ovaie.

Le si spezza il cuore a pensare che non avranno un altro figlio, ma è comunque contenta di averne 2.

“Sono benedetta per avere due splendidi bambini e insieme al mio fidanzato sentiamo che la nostra famiglia è completa. “

Christina ha cercato di dare un senso a ciò che è accaduto diventando portavoce per Ovarian Cancer Action e BRCA Umbrella .

“Sto cercando di convertire ciò che era una parte negativa della mia vita in una positiva”.

Nonostante questo la donna pensa che il senso di colpa e la frustrazione non se ne andranno mai “ma so che in qualche maniera troverò il modo per affrontarli”.

Christina scrive anche un blog in cui racconta la sua esperienza: My BRCA Life.

Infine ha scoperto che condividere le foto e tutto ciò che ha affrontato, incluse foto intime delle cicatrici aiuta le donne che stanno vivendo tutto ciò.

“Per me è molto da ricordare, capisco di aver superato cose che non ho mai pensato di poter superare. Con il blog sono in contatto con donne da tutto il mondo, mi hanno detto che lo trovano utile dal momento che possono comprendere la mia esperienza sia fisicamente che emotivamente” ha dichiarato la donna sul Daily Mail.

Unimamme, voi cosa ne pensate della decisione di questa mamma?

Noi vi lasciamo con una foto che aiuta le donne a scoprire il cancro al seno.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta