Rubano le foto dei bambini e le pubblicano su Facebook: scatta l’allarme (FOTO)

Sempre più spesso esperti e appartenenti alle forze dell’ordine sottolineano la pericolosità di postare, senza adeguate impostazioni della privacy, immagini dei bambini sui social network.

Ora si aggiunge una pagina Facebook, che deliberatamente “ruba” le immagini dei bambini pubblicate.

La pagina facebook che pubblica le foto rubate di bambini: una provocazione per i genitori

foto rubate di bambiniDi recente sta facendo molto scalpore la pagina Facebook Little Miss & Mister, creata proprio per far infuriare tanti mamme e papà che postano foto dei loro pargoli sui social network come quello di Mark Zuckerberg senza prendere le dovute precauzioni.

La pagina di Thomas Reck, l’amministratore, ruba le immagini dei bambini che sono liberamente accessibili, desiderando proprio sensibilizzare sull’argomento tutti quei genitori, nonni, ecc.. che postano in modo scriteriato le immagini di bambini nelle pose più diverse.

Nella pagina Little Miss & Mister ci sono foto di bambini sporchi di pappa, bambini mezzi nudi nel passeggino e nell’immagine del profilo addirittura una piccina di pochi anni che si mette il rossetto.

Tanti genitori hanno riconosciuto i propri figli nella immagini e hanno protestato, senza ottenere risultati. La pagina, però, nata nel dicembre del 2016, è stata più volte chiusa, ma poi sempre riaperta e ad oggi ha raccolto più di 600 adesioni di persone.

La polizia non può intervenire, come si legge su Repubblica, per chiudere l’account, perché le foto sono impostate come pubbliche, cioè accessibili a tutti.

L’idea, come accennavamo, è quella di indurre le mamme e i papà a riflettere prima di pubblicare una foto del figlio, magari un’immagine di cui il piccolo si vergognerà di lì a qualche anno.

“Tanti utenti buttano informazioni sul web come fossero coriandoli. E’ questo quello che voglio denunciare. Io ci tengo a proteggere le foto dei bambini. Il web è pieno di gentaglia che usa quelle immagini per propositi non nobili: noi cerchiamo di remare contro” dichiara l’amministratore.

Sulla pagina i genitori stessi vengono avvertiti della pericolosità delle loro azioni.

Purtroppo la realtà è che molti genitori sono molto incauti nel postare la immagini dei loro figli e tanti malintenzionati, tra cui i pedofili, potrebbero approfittarne.

Magari l’intento provocatorio di questa pagina Facebook riuscirà davvero a far riflettere genitori troppo entusiasti e li indurrà a prendere accorgimenti seri per tutelare la privacy e la sicurezza dei loro piccoli.

Unimamme voi cosa e pensate di questa iniziativa?

Cosa fareste trovando delle immagini dei vostri bimbi su una pagina simile?

Vi lasciamo con le indicazioni per impostare la privacy su Facebook.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta