Vaccinarsi in gravidanza contro l’influenza: quali sono i possibili rischi?

Vaccinarsi in gravidanza può rappresentare un pericolo? Un’esperta chiarisci i dubbi per riuscire a compiere la scelta giusta per la mamma e per il bambino.

vaccinarsi in gravidanza sicuro

La questione dei vaccini – ormai lo sappiamo – è davvero spinosa. Lo è già normalmente, figuriamoci quando si tratta di donne incinte.

Vaccinarsi in gravidanza contro l’influenza per esempio è sicuro? L’Organizzazione Mondiale della Sanità  oltre a malati, anziani e bambini include anche le donne che aspettano un bambino: anche se raramente un malanno stagionale può provocare problemi al feto, è anche vero che questa ipotesi non è da escludere visto che il sistema immunitario di una gravida è più debole e in caso di influenza si potrebbe andare incontro a complicazioni come ad una polmonite.

Eppure, il numero di donne che scelgono di vaccinarsi in Italia è più basso rispetto al resto d’Europa e anche tra gli operatori sanitari non c’è accordo sull’utilità del vaccino.

Vaccinarsi in gravidanza: ci sono dei pericoli? 

Leila Bianchi, pediatra e infettivologa dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, sostiene che sarebbe meglio per una donna in gravidanza vaccinarsi: in questo modo la protezione del vaccino passa anche al feto, che così ha una protezione anche una volta nato, visto che per i primi 3 mesi i bambini non possono essere vaccinati ed è molto alto il rischio di ammalarsi ad esempio di pertosse.

I vaccini in gravidanza sono sicuri? Quelli “inattivati” – cioè caratterizzati da microrganismi uccisi – sono assolutamente senza rischi, mentre quelli “attenuati” – con microrganismi vivi ma non patogeni per il:

  • morbillo
  • parotite
  • varicella
  • rosolia

hanno delle controindicazioni durante i 9 mesi; in realtà si tratta di un rischio solo teorico, visto che non si è mai verificato che il virus passasse dalla mamma al bambino.

Comunque la raccomandazione rimane:

  • sì per i vaccini inattivi
  • no per i vaccini attenuati
  • il vaccino contro il virus del Meningococco, dopo i casi di meningite di questi giorni, si può fare tranquillamente visto che è un vaccino inattivato. 

Sulla questione è molto importante ovviamente il parere del medico, che spesso – dal ginecologo all’ostetrica passando al medico di base – non consiglia il vaccino perché si tratta di un argomento molto dibattuto su cui ci sono opinioni diverse. In realtà è importante che anche i medici che seguono la donna in gravidanza facciano formazione su questo argomento, visto che vaccinarsi comporta dei benefici per mamma e bambino.

E voi unimamme vi siete vaccinate?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta