“Vaffan… ai poveri”: campagna shock sulla miseria riscuote successo (Video)

Ottenere donazioni è sempre più difficile: la Pilion Trust Charity, un’organizzazione che si occupa di beneficenza, sceglie la strada dell’insulto per scuotere l’opinione pubblica.

Un uomo gira per le strade di Londra con un cartello e una scritta molto esplicativaFuck the poor” ovvero “Vaffanc… ai poveri”. È lo stratagemma di comunicazione usato dalla Pilion Trust Charity , una associazione molto attiva che si occupa dei senzatetto, per un filmato che sta spopolando su internet.


Le reazioni dei passanti sono accese, passionali, indignate. Un uomo addirittura dichiara di essere stato un senza tetto per due anni.

Sono pochi quelli che riescono a restare indifferenti. Tutto viene filmato e inserito nel video. E la frase che compare alla fine di questa parte del filmato è: “We know you care” ossia “Sappiamo che ci tenete”, ossia che non si è indifferenti al discorso povertà.

Ma qual è allora lo scopo?  Semplice: mostrare la differenza tra questo tipo di reazione e un altro. elemosina

Nella seconda parte del video infatti ecco lo stesso uomo con un cartello leggermente diverso: “Help the poorossia “Aiuta i poveri” e la folla che gli passa a fianco questa volta reagisce diversamente, restando totalmente indifferente.

Il messaggio molto chiaro, ed è indicato dalla scritta che compare: “Please care enough to give” ovvero “Per favore, teneteci abbastanza da donare“, come a dire se è vero che non siete indifferenti, dimostratelo non solo a parole!

Insomma, senza dubbio un video che fa riflettere sul nostro modo di essere “caritatevoli”.

E voi che ne dite? Come avreste reagito nei 2 casi?

 

Firma: Stefano

Notizie Correlate

Commenta