Vitalizio di 800 euro al mese ad un bambino affetto da autismo per “colpa” dei vaccini

Sentenza storica del Tribunale del Lavoro di Milano: il Ministero della Salute dovrà corrispondere un assegno bimestrale a un bambino autistico a vita.

bambina sottopostaa vaccinoCare unimamme, torniamo a parlare di autismo e di vaccini, nonostante le ultime evidenze scientifiche abbiano escluso ogni nesso.

Il Tribunale del Lavoro di Milano ha infatti condannato il Ministero della Salute a versare a vita un assegno bimestrale a un bambino affetto da autismo, perchè, come si legge nella sentenza sarebbe “acclarata la sussistenza del nesso causale tra tale vaccinazione (si parla dell’esavalente e la malattia“.

Ma andiamo per gradi:

  • nel 2006 il bambino in questione viene sottoposto a vaccino esavalente, della GlaxoSmithKline
  • nel 2010 al bambino viene diagnosticato l’autismo
  • nel 2011 i genitori del bambini presentano una domanda di indennizzo al Ministero della Salute, domanda che viene però respinta
  • i genitori decidono allora di fare causa al Ministero e a settembre 2014 viene comunicata al Ministero l’esito della causa: il Tribunale del Lavoro di Milano condanna il Ministero a mantenere a vita il bambino
  • il Ministero non fa appello e decorsi i 60 giorni la sentenza passa in giudicato, secondo quando dichiarato dall’avvocato dei genitori del piccolo.

Ma quali sono le motivazioni alla base della sentenza?

Secondo quanto riportato da IlPost, il giudice ha accolto le considerazioni del medico legale nominato dal Tribunale, e nelle motivazioni si legge: “è probabile che il disturbo autistico del piccolo sia stato concausato, sulla base di un polimorfismo che lo ha reso suscettibile alla tossicità di uno o più ingredienti (o inquinanti), dal vaccino Infanrix Hexa”, che è prodotto dalla GlaxoSmithKline..

Va sottolineato che nel 2006 il vaccino esavalente era diverso da quello attualmente disponibile: come si legge nelle motivazioni, si trattava di “lotti del vaccino contenente un disinfettante a base di mercurio, oggi ufficialmente bandito per via della comprovata neurotossicità“. A tal proposito va aggiunto che anche negli USA si era sollevato il problema del mercurio nei vaccini, e nonostante non sia stata prodotta alcuna prova scientifica del nesso tra mercurio e sviluppo dell’autismo, successivamente le dosi di mercurio nei vaccini sono state ridotte o eliminate del tutto.

Insomma, in attesa di pareri di autorevoli esperti riguardo tale sentenza senza dubbio storica, per noi genitori è sicuramente un ennesimo colpo, da sempre combattuti tra fare e non fare i vaccini.

E voi unimamme cosa ne pensate di tutta questa faccenda? Avete vaccinato o vaccinerete i vostri figli?

 

Fonte: IlPost

Firma: Redazione Universo Mamma

Notizie Correlate

Commenta