pedofilo travestito da donna
Pedofilo travestito da donna: adescava minorenni sul web e li attirava a casa sua – Universomamma.it

Pedofilo travestito da donna adescava minori sul web e li attirava a casa sua.

Un’altra brutta storia di pedofilia e violenza sessuale sui minori. Un uomo è stato arrestato con l’accusa di aver abusato di alcuni ragazzini adescati sul web e attirati a casa sua. Per L’uomo si fingeva donna. I fatti sono avvenuti in Lombardia, a Saronno, in provincia di Varese. Cosa è successo.

4 minori adescati su Facebook vittime di un pedofilo

Un uomo di 48 anni, operaio, G.G., adescava minori sul web e li attirava in casa sua fingendo di essere una donna. È accaduto Saronno, città della provincia di Varese. L’uomo, dopo aver ottenutola fiducia dei ragazzini contattati sul web usando un falso profilo femminile, li aspettava in casa sua, al buio, travestito da donna. Con questi stratagemmi il 48enne è riuscito ad ingannare e attirare almeno quattro minori, di cui poi ha abusato sessualmente praticando sesso orale. I ragazzini finiti nella rete del pedofilo, però, potrebbero essere molti di più.

Una volta scoperto, l’uomo è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di violenza sessuale su minori aggravata dalla sostituzione di persona – per essersi finto donna – adescamento e detenzione di materiale pedopornografico. L’uomo conservava materiale pornografico su bambini. L’arresto è avvenuto in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Milano.

LEGGI ANCHE –> PEDOFILO ADESCA BAMBINO DI 9 ANNI SULL’APP TIK TOK: LA DENUNCIA DI UN PAPÀ

Stando alle prime notizie sul caso, l’uomo avrebbe adescato ragazzi tra i 15 e i 17 anni tramite Facebook, usando il servizio di messaggistica istantanea Messenger. Il 48enne per avvicinare i minori utilizzava il profilo falso di una donna avvenente. Una volta entrato in contatto con gli adolescenti, l’uomo avrebbe promesso loro un incontro sessuale in cambio di foto da spedire via chat. In questo modo il 48enne avrebbe attirato i ragazzini a casa sua per abusare sessualmente di loro. Stando alle prime ricostruzioni l’uomo accoglieva i ragazzini in casa sua, al buio, vestito da donna e con tanto di parrucca rossa. Poi rimanendo sempre al buio e parlando in falsetto, l’uomo incontrava i ragazzi, per poi abusare di loro.

L’inizio delle indagini risale allo scorso agosto, quando i carabinieri del nucleo operativo di Saronno erano intervenuti per sedare una lite scoppiata tra G.G. e il padre di uno dei ragazzini irretiti dall’uomo. Il genitore era andato a casa dell’operaio dopo aver scoperto che stava adescando suo figlio. Secondo i primi risultati dell’inchiesta dei carabinieri di Saronno, il 48enne avrebbe attirato in casa sua con l’inganno e allo scopo di abusare di loro altri tre minori, nel periodo che va dal 2016 al 2018. Come riporta Skytg24.

Che dire unimamme? Non ci sono tante parole per questa orribile notizia di cronaca. Sicuramente c’è da riflettere sulla facilità con cui queste persone operano. Parliamo ai nostri figli dei pericoli, ne devono essere coscienti.

LEGGI ANCHE –> UN PROFESSORE PEDOFILO ADESCA MINORENNI SUL WEB