Angelica Angelinetta è morta a 26 anni a causa della fibrosi cistica.

Angelica Angelinetta non ce l’ha fatta. La ventiseienne è morta a causa della fibrosi cistica, malattia che la accompagnava fin dalla nascita.

La ragazza, originaria di Dongo in provincia di Como, grazie ai post e alle sue iniziative desiderava creare maggiore consapevolezza circa la sua malattia.

“Era il nostro gioiello. Un gioiello non solo per la famiglia, ma per i tantissimi amici che aveva e le volevano bene” ha ricordato suo papà Stefano.

Angelica infatti, nonostante la sua condizione, era in grado di ispirare moltissime persone, come la mamma di una ragazza con la fibrosi cistica, Cristina Centrola che, accortasi del successo della Marafibrositona creata da Angelica, voleva organizzarne una anche a Roma.

La ragazza teneva aggiornata la sua pagina Facebook da cui lanciava iniziative come la Marafibrositona, una corsa di 5 km sulle rive del lago con cui raccogliere fondi per la ricerca e tramite la quale aveva devoluto 83 mila Euro.

Quest’anno però l’iniziativa, giunta alla sua quarta ricorrenza, era stata spostata a settembre a causa della sua salute.

Sul social network di Zuckerberg Angelica scriveva anche:

“Sono nata con la Fibrosi Cistica tra le braccia di due genitori meravigliosi. Mi hanno riempita di dolcezza e forza ogni giorno, mi hanno curata con precisione e determinazione. Le terapie giornaliere non erano altro che un’ulteriore dimostrazione d’amore, un’occasione per riempirmi di coccole ed attenzioni. La mia meravigliosa sorella tiene stretta la mia mano sin da quando eravamo piccine, non mi ha mai fatto sentire diversa ma mi ha trasmesso tutto il suo essere speciale. Hanno trasformato ricoveri, flebo, punture, aerosol e antibiotici in una quotidianità necessaria ma per niente pesante. Sono stati in grado di far diventare la Fibrosi Cistica la ragione che mi spinge a godermi ogni istante della vita con una passione fuori dal comune ed è a loro che devo ogni mio respiro.

Dopo la sua scomparsa, avvenuta qualche giorno fa, i genitori di Angelica hanno chiesto di non comprare fiori, ma di devolvere eventuali offerte alla ricerca.

Angelica ripeteva spesso questa frase: “chi ha la salute è padrone del mondo”.

Per chi non lo sapesse la fibrosi cistica è la più comune tra le malattie genetiche gravi ed è causata da un gene difettoso. Essa altera le secrezioni di molti organi, ad avere la peggio sono bronchi e polmoni. Alla lunga si genera insufficienza respiratoria. Anche il pancreas risente della malattia, non riesce infatti a svolgere la normale funzione di riversare nell’intestino gli enzimi. Ne deriva un difetto di digestione dei cibi, diarrea, malassorbimento, difetto di crescita.

Noi speriamo che il suo sogno di sconfiggere questa malattia si realizzi presto.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa storia di cui si parla su Fanpage?

Noi vi lasciamo con il video di una mamma malata di fibrosi cistica.