Angelina Jolie: “Spero di vedere i miei figli diventare grandi”. Universomamma (Angelina Jolie con i figli Vivienne Marcheline, Zahara Marley, Shiloh Nouvel e Knox. Foto Tim P. Whitby/Getty Images)

Angelina Jolie: “Spero di vedere i miei figli diventare grandi”. L’attrice parla della sua disposizione genetica al tumore.

L’attrice Angelina Jolie ha parlato del tumore che ha colpito sua madre e sua nonna. Un tumore causato da una mutazione genetica ereditaria, che ha spinto l’attrice alcuni anni fa a sottoporsi prima a un intervento di rimozione di entrambi i seni e poi anche delle ovaie e delle tube di Falloppio. La Jolie vuole evitare di morire di cancro giovane come sua madre e sua nonna, così ha preso la decisione drastica della chirurgia preventiva, una decisione che all’epoca suscitò molte discussioni.

Angelina Jolie parla di tumore e delle scelte fatte per i figli

A cuore aperto Angelina Jolie ha parlato della malattia di sua madre, Marcheline Bertrand, morta nel 2007 all’età di 56 anni a causa di un cancro al seno. Lo ha fatto con un editoriale sulla rivista americana Time, un intervento per parlare di salute al femminile. L’attrice ha sottolineato l‘importanza dei progressi della medicina, sia nelle cure che nella prevenzione del cancro.

Allo stesso tempo, la Jolie ha evidenziato la necessità di prendersi cura in senso più ampio delle donne. Perché curare non riguarda solo i trattamenti medici, ma significa anche dare sicurezza, dignità e sostegno alle donne, sia che stiano combattendo contro il cancro sia che stiano affrontando situazioni difficili e stressanti. Spesso, invece, non ricevono abbastanza attenzioni.

L’attrice ha raccontato quanto sua madre sembrasse in pace con sé stessa quando ricevette per la prima volta la diagnosi di cancro. In parte, ha dedotto Jolie, era perché finalmente, dopo molti anni di lotte e di stress, le persone erano costrette ad essere gentili con lei. Eppure nessuno dovrebbe essere obbligato ad arrivare a tanto.

La madre di Angelina Jolie ha lottato contro il tumore per circa dieci anni, è morta a 56 anni, mentre la nonna materna dell’attrice è morta quarantenne, anche lei di cancro. Marcheline Bertrand ha lottato duramente contro la malattia e ha affrontato difficili sedute di chemioterapia, con effetti molto pesanti. In poco più di un decennio le cure con la chemio sono migliorate e hanno meno effetti collaterali, ma sono sempre pesanti per il corpo. Quando stava male, Marcheline Bertrand non riusciva nemmeno a giocare con i suoi nipotini, i figli di Angelina, che non ha fatto in tempo a conoscere tutti: uno dei figli adottivi della Jolie, Pax, è arrivato pochi mesi dopo la morte della nonna, mentre i gemelli Knox e Vivienne sono nati oltre un anno dopo.

LEGGI ANCHE –> TUMORE AL SENO E PREVENZIONE: ESAMI E CONTROLLI DA FARE E QUANDO

Angelina Jolie alla prima di “Maleficent: Mistress Of Evil”a Londra (Tim P. Whitby/Getty Images)

Prima di morire, Marcheline Bertrand aveva fatto promettere alla dottoressa che l’aveva in cura di assicurarsi che la figlia fosse informata sulle sue condizioni mediche. Alcuni anni dopo, Angelina Jolie si è sottoposta a un test genetico che ha rivelato che era portatrice del gene BRCA1, che espone al tumore al seno e a quello alle ovaie. Un gene presente nella sua famiglia, ma la madre e la nonna non hanno fatto in tempo a scoprirlo.

È stata la scoperta di avere di questo gene che ha spinto Angelina Jolie, su consiglio medico, a sottoporsi a una doppia mastectomia, l’asportazione di entrambi i seni, e più tardi anche la rimozione delle ovaie e delle tube di Falloppio. Gli esperti avevano raccomandato la chirurgia preventiva per ridurre il rischio di ammalarsi di tumore come la madre e la nonna. La Jolie ha spiegato che normalmente il 13% delle donne rischia di sviluppare il cancro al seno nel corso della vita, invece il suo rischio di sviluppare il tumore al seno è dell’87%, mentre quello di sviluppare il tumore alle ovaie è del 50%. Per questo motivo la Jolie si è sottoposta ad interventi così radicali, che comunque non eliminano il rischio di ammalarsi sebbne lo riducano.

Angelina Jolie spera di vivere abbastanza a lungo per vedere crescere i propri figli e vedere nascere i nipoti. Spera di vivere più a lungo della madre e della nonna, per dare quanti più anni possibile ai figli ed essere presente per loro. Dopo aver vissuto per oltre dieci anni senza la madre, Angelina Jolie comprende perfettamente cosa significhi per un figlio.

Angelina Jolie con sua madre, Marcheline Bertrand, e l’attrice Jacqueline Bisset (LUCY NICHOLSON/AFP via Getty Images)

Mi chiedono spesso in che modo le mie scelte mediche, e averle rese pubbliche, mi abbiano influenzato. Io sento semplicemente di aver fatto delle scelte per migliorare le mie probabilità di essere qui per vedere i miei figli diventare adulti e conoscere i miei nipoti“. L’attrice ha anche raccontato che le persone le chiedono cosa provi

Le persone le chiedono cosa provi per le cicatrici fisiche che porta. Angelina Jolie ha risposto: “Penso che le nostre cicatrici ci ricordino ciò che abbiamo superato. Fanno parte di ciò che rende ognuno di noi unico. Quella diversità è una delle cose più belle dell’esistenza umana“. Poi ha aggiunto: “Le cicatrici più difficili da sopportare sono spesso invisibili, le cicatrici nella mente“. Tutti i pazienti incontrati dall’attrice nella sua visita all’Institut Curie, uno dei centri più importanti in Francia per il trattamento cancro, “hanno affermato che la cura e il sostegno dei loro cari è stato il fattore più importante nella loro capacità di affrontare la loro malattia“.

Cura e sostegno che spesso mancano alle donne o non sono sufficienti. Così, la Jolie, ha imparato che quando si tratta di salute femminile, l’assistenza medica è solo una parte del quadro. Poiché sono altrettanto importanti anche la salute mentale ed emotiva, e la sicurezza fisica.

Che ne pensate unimamme? Siete d’accordo con Angelina Jolie?