appello eva bambina curda
L’appello di Eva, bambina curda siriana (Foto screenshot YouTube)

Il commovente appello di Eva, bambina curda: “Fermate la guerra! Ridatemi la mia infanzia.”

La tragedia della guerra negli occhi dei bambini. Ha fatto il giro del mondo e commosso tutti l’appello a fermare la guerra rivolto da una bimba curda siriana.

L’appello di Eva bambina curda siriana: “Fermate la guerra!”

Con il ritiro delle truppe Usa dal Nord-Est della Siria, lo scorso 9 ottobre, i turchi hanno invaso la regione occupata dai curdi, il Rojava, ed è iniziato il conflitto. Il bilancio è stato subito pesantissimo, con decine di morti, sia tra i militari che tra i civili, e oltre 200 mila persone sfollate. Il Kurdistan iracheno si stra preparando ad accogliere i profughi. Nel frattempo le prime vittime di questa guerra assurda sono i bambini.

In questi giorni è circolato molto in rete, pubblicato dai media e condiviso sui social, il video di un’emittente turca con l’appello di una bambina curda a fermare la guerra.

La bimba porta lunghe trecce e indossa una polo rossa. Il video la mostra mentre parla al microfono di Kurdistan24. La bambina si chiama Eva e nel suo accorato appello, in inglese, si rivolge alla comunità internazionale affinché fermi la guerra. Eva, infatti vuole tornare ad avere una vita normale, vuole riavere la sua infanzia.

Il video appello di Eva nella traduzione di Blitz Tv

LEGGI ANCHE –> BAMBINI SIRIANI MORTI DI FREDDO NEI CAMPI PROFUGHI, IL PIÙ PICCOLO ERA APPENA NATO

Mi rivolgo all’Unicef, alle Nazioni Unite, a Trump“, inizia il messaggio di Eva, bimba del Rojava che dice nel video di appartenere non solo alla sua regione ma a tutto il Kurdistan.”Sono una bambina dimenticata. Non ho mai imbracciato un’arma“, sono le parole della piccola Eva che sono già un pugno allo stomaco.

Ho solo un cuore puro rivolto verso tutto il mondo“, spiega Eva nel suo appello. La bambina chiede per lei, ma implicitamente anche per tutto il suo popolo, la pace e la cessazione dell’ostilità. “Mi darete la pace? Mi restituirete la mia infanzia?“. E qui arriva un altro pugno allo stomaco perché non sono certo i bambini a dover chiedere agli adulti di avere un’infanzia serena.

Questo è il messaggio di Eva al mondo: “Per favore, per favore, fermate questa guerra“. Parole che risuonano ancora più drammatiche e impressionanti, pronunciate dalla vocina dolce e tenera, ma spaventata e disperata, di una bambina. Un appello davanti al quale non si può rimanere indifferenti.

Che dire unimamme? Quando i bambini sono coinvolti nelle guerre è sempre una enorme ingiustizia.

Il video appello della piccola Eva è stato ripreso da più testate, tra cui l’HuffPost.

Nel frattempo, è notizia delle ultime ore, Stati Uniti e Turchia hanno raggiunto un accordo per il cessate il fuoco della durata di 5 giorni. Come riporta Repubblica. L’annuncio è stato dato dal presidente Usa Donald Trump via Twitter che ha parlato di “milioni di vite che saranno salvate“, poi in via ufficiale dal suo vice Mike Pence in missione ad Ankara, capitale della Turchia, per incontrare Erdogan, il presidente turco. I curdi hanno fatto sapere che rispetteranno la tregua. A loro è stato richiesto di ritirarsi dalla zona di sicurezza turca di 30 km nel nord-est della Siria. Pence ha spiegato che una volta ritirate le milizie curde dal confine turco-siriano, partirà, entro cinque giorni, il ritiro delle forze armate turche. Invece, per quanto riguarda le sanzioni degli Stati Uniti per l’offensiva in Siria, il vicepresidente Usa ha spiegato che verranno tolte quando il cessate il fuoco diventerà permanente.