Bimba di 7 anni ritrova la “spada di Re Artù”: una storia tra leggenda e realtà

una bambina trova Excalibur

Unimamme, i vostri piccoli conoscono la favola di Re Artù e della sua formidabile Excalibur?

Una lontana leggenda torna a colpire

Per fortuna la piccola Matilda Jones, di soli 7 anni, ne era al corrente quando ha intravisto qualcosa di insolito nel lago Dozmary, presso Bodmin Moor.

Scrutando all’interno la piccola ha notato qualcosa che luccicava e si è incuriosita.

Secondo la leggenda quello è il lago dove Re Artù ha fatto gettare la sua celeberrima spada prima di morire.

“Io le ho detto di non fare la stupida e che probabilmente era un pezzo di recinzione ma quando ho guardato in basso ho capito che si trattava di una spada. Giaceva lì piatta in fondo al lago” ha dichiarato il papà di Matilda che era presente all’evento.

Poco tempo prima il papà di Matilda aveva raccontato a lei e alla sorellina di 4 anni la leggenda di Re Artù.

Secondo una delle versioni Excalibur gli è stata presentata dalla signora del Lago, la spada imbattibile, dotata di poteri magici, doveva appartenere solo al legittimo sovrano.

In fin di vita, mortalmente ferito, Re Artù gettò la spada magica nel lago dove venne afferrata da una mano emersa dalle acque.

Quindi la piccola Matilda, secondo la leggenda, potrebbe essere la “legittima” nuova sovrana d’Inghilterra.

Purtroppo, secondo suo papà la spada trovata dalla figlia potrebbe essere uno strumento di scena di qualche film risalente, al massimo, a 20 o 30 anni fa.

Per la vera Excalibur dovremo aspettare.

Unimamme, a voi è piaciuta questa simpatica storia raccontata su Huffington Post?

I vostri piccoli conoscono questa leggenda?

Noi vi lasciamo con uno studio sul valore di leggere insieme ai figli.

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta