Home Mamma & Co. Accade nel mondo Bambina si ammala in spiaggia: la mamma lancia l’allarme (FOTO)

Bambina si ammala in spiaggia: la mamma lancia l’allarme (FOTO)

CONDIVIDI

Una bimba si ammala dopo essere stata in spiaggia.

Bambina si ammala: la sua storia

“Dopo aver trascorso tutto il giorno presso Key Biscane celebrando il terzo compleanno di mia figlia per la seconda volta, ho notato, sotto le sue labbra, un po’ di arrossamento, ma non mi sono preoccupata. Questo però è peggiorato nel corso dei giorni e martedì mattina ho deciso di portarla in ospedale. Dopo aver detto di essere stata a Key Biscane mi hanno chiesto quante persone avevano avuto lo stesso problema.

La cosa divertente è che prima che facessi la mia ricerca loro avevano fatto un test sulla spiaggia stabilendo che il livello di feci nell’acqua era soddisfacente e l’avevano aperta al pubblico.

Questo è da malati.

Il costo del parcheggio era di 8 dollari per auto. Dove vanno a finire i soldi se non nell’assicurarsi che le spiagge siano pulite? Mia figlia ha preso 2 diverse infezioni batteriche solo per essere stata in spiaggia nemmeno per 2 ore. Sono molto arrabbiata sul fatto che non abbiano mai segnalato o avvisato della potenziale minaccia, ora lei soffre e ha cicatrici sulla maggior parte delle mani e sul mento. Mi assicurerò che non accada ad altre persone”.

Questa mamma ha deciso di diffondere un messaggio su Facebook, dove è stata ringraziata.

La mamma Anais ha riferito che diverse persone che erano state su quella spiaggia avevano avuto problemi.

I medici hanno diagnosticato alla bambina impetigine e cellulite (da non confondere con quella estetica), due infezioni batteriche causate da alta presenza di feci.

La mamma ha poi scoperto che  il  Florida Department of Health  aveva diramato un avviso per i bagnanti perché i campioni estratti avevano fallito nel corrispondere agli standard dell’acqua per l’enterococco.

L’enterococco viene indicato per segnalare la presenza di feci umane nell’acqua.

L’impetigine è un’infezione batterica della pelle che colpisce i bambini. I segnali sono:

  • arrossamenti che arrivano all’improvviso
  • questi trasudano per alcuni giorni e poi formano una crosta giallo marroncina

L’infezione si diffonde con il contatto con altre persone. Stare in ambienti umidi, spazi affollati e l’età sono tutti fattori di rischio.

La cellulitis è una complicazione dell’impetigine. Come sostiene la Mayo Clinic: l’infezione può allargarsi al tessuto sotto la pelle, ai linfonodi e al flusso sanguigno.La cellulite non trattata può costituire una minaccia per la vita. L’infezione può essere trattata con antibiotici”.

Anais ha deciso di diffondere questa storia per avvertire i genitori che scelgono spiagge pubbliche

Unimamme, cosa ne pensate?

Noi vi lasciamo con la vicenda di una mamma il cui figlio di 16 mesi ha rischiato la vita per un bacio.


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it