mamma avvelena il figlio
Universomamma.it

Una mamma ha inserito delle pastiglie di tranquillanti nel biberon del figlio di 14 mesi e poi ha cercato di uccidersi. Salvi per l’intervento del padre.

Oggi, venerdì 15 novembre una mamma ha tentato di uccidere il proprio figlio di 14 mesi dandogli delle pastiglie di tranquillanti sciolte nel biberon. Successivamente la donna ha tentato di togliersi la vita.

Tentato omicidio del figlio di 1 anni da parte di una mamma

Questo pomeriggio, Venaria Reale è stato teatro di un grave episodio. Una mamma di 42 anni ha tentato di uccidere suo figlio di 14 mesi inserendo pastiglie di tranquillanti nel suo biberon e, successivamente ha provato a togliersi la vita tagliandosi le vene. La vicenda si è consumata al primo piano di uno stabile di via Amati 25, a Venaria Reale, in provincia di Torino. La donna è in cura presso i servizi psichiatrici della zona per una grave depressione.

A salvare la mamma e il figlio è stato il marito della donna che ha prontamente chiamato il 118 dopo essere rincasato. Subito sono accorsi anche i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia cittadina e i vigili del fuoco. Il piccolo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Regina Margherita, inizialmente le sue condizioni sembravano gravi, ma sono subito migliorate e ora il bambino è ricoverato al sicuro nel reparto di pediatria. Non ha mai perso conoscenza. La sua mamma, invece è ricoverata presso l’ospedale Maria Vittoria di Torino, anche lei si era avvelenata e per questo motivo è stata sottoposta alla lavanda gastrica. La sua prognosi è riservata.

LEGGI ANCHE >DEPRESSIONE POST PARTUM: APPROVATO IL PRIMO FARMACO SPECIFICO

Mentre mamma e figlio si riprendono in ospedale le forze dell’ordine indagano sulle possibili motivazioni del gesto. Unimamme, noi speriamo che questa mamma riceva tutto l’aiuto possibile, voi cosa ne pensate di quanto avvenuto e riportato su La Stampa?