Un bambino di 11 anni muore dopo un malore a scuola: era in cura presso l’ospedale Bambin Gesù di Roma per problemi cardiaci.

Bambino morto dopo un malore
Bambino morto dopo un malore a scuola -Universomamma.it

Simone il bambino morto dopo un malore a scuola era in cura presso l’ospedale per problemi cardiaci e mercoledì gli era stato applicato l’holter cardiaco proprio per monitorare il cuore. La procura ha aperto un’indagine per omicidio colposo proprio per capire se Simone potesse svolgere attività fisica con i suoi compagni nonostante i problemi cardiaci che aveva. La giornata che ha portato alla morte di Simone si svolgeva regolarmente a scuola quando dopo aver iniziato attività fisica Simone si è sentito male.

Alle ore 12.32 è arrivata la richiesta di soccorso da parte della scuola per il bambino che era svenuto. Alle 12.39 è arrivata un’automedica che ha iniziato le prime manovre di rianimazione, il bambino si presentava privo sensi ed in arresto cardiaco. I medici, che erano impegnati nelle manovre di rianimazione, chiedono l’intervento dell’ eliambulanza per trasportare il bambino. Alle 13.37 nonostante l’arrivo dell’eliambulanza decidono di trasportarlo con l’ambulanza per questioni di sicurezza.

LEGGI ANCHE -> MORTE IMPROVVISA PER BAMBINI E RAGAZZI: UN RISCHIO DA NON SOTTOVALUTARE

La tragedia di Simone, bambino di 11 anni morto a scuola, poteva essere evitata?

Bambino morto dopo malore
Bambino morto dopo un malore a scuola – Universomamma.t

Questa è la domanda che attanaglia oggi tutti, Simone poteva essere  salvato dalla presenza e dall’uso di un defibrillatore.  In realtà alla scuola da pochi giorni era stato donato un defibrillatore, per la precisione il 28 novembre, dalla fondazione Giorgio Castelli. Troppo pochi però i giorni affinché si potessero fare dei corsi per il suo utilizzo. L’uso del defibrillatore deve essere eseguito in modo corretto e sono necessari dei corsi per utilizzarlo. Quindi l’uso corretto può salvare la via dell persone in arresto cardiaco e poteva dunque salvare anche Simone.

Nel luglio del 2019 è passato con voto unanime alla camera la legge che prevede l’obbligo dei defibrillatori in tutte le scuole e la formazione degli operatori scolastici per utilizzarlo. Ora aspettiamo che tutto questo diventi presto operativo e non sia solo delegato alle donazioni di privati nei confronti degli istituti scolatici dei nostri figli.

Unimamme cosa ne pensate dell’ obbligo del defibrillatore in tutti gli edifici pubblici? Avete mai seguito un corso per il suo uso?

LEGGI ANCHE -> MAMMA VA IN ARRESTO CARDIACO MENTRE E’ IN TRAVAGLIO: OPERATA DUE VOLTE

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK e INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.

bambino morto malore
Bambino morto dopo malore a scuola -Universomamma.it