bambino strangolato dalla mamma
fonte: web

Arrestato anche il papà di Gabriel Feroleto, il bimbo strangolato dalla mamma.

Nuovi, drammatici, aggiornamenti sulla morte di Gabriel Faroleto, il bimbo strangolato dalla mamma a Piedimonte San Germano, in Ciociaria.

Drammatici sviluppi sulla vicenda di Gabriel Feroleto

Ora è stato fermato dalla polizia anche Nicola Feroleto, il padre del piccino, un quarantottenne residente a Villa Santa Lucia. Per lui l’accusa è di concorso in omicidio.

I carabinieri del comando della provincia di Frosinone e della Compagnia di Cassino hanno fermato l’uomo tra la notte di venerdì 20 aprile e questa mattina.

Nicola Faroleto è stato interrogato tutta la notte e, successivamente condotto nel carcere di Cassino.

A cinvolgerlo è stata la mamma di Gabriel, Donatella Di Bona, ma in un successivo interrogatorio si sarebbe addossata tutte le colpe.

La donna, depressa, senza lavoro e che viveva in condizioni di povertà, ha raccontato alla polizia che stava passeggiando col figlioletto di 28 mesi, quando questi si è messo a piangere dicendo che voleva andare a casa della nonna.

Così lei gli aveva chiuso una mano sulla bocca e gli aveva stretto una mano sul collo.

Agli inquirenti aveva raccontato, inizialmente, che il figlio era stato investito da un’auto.

“Li avevo visti al mattino e quando sono tornato da loro nel pomeriggio era ormai troppo tardi. Se fossi stato lì una cosa del genere non sarebbe mai successa ha dichiarato Nicola Faroleto ai giornalisti.

Gli investigatori però non sono rimasti convinti delle incongruenze nel racconto degli avvenimenti di marted mattina, questo, sommato alle dichiarazioni dei testimoni l’hanno reso un sospettato.

I sospetti si sono fatti più concreti e solidi. La mamma e il papà di Gabriel avrebbero ucciso il figlio in una stradina di campagna.

Unimamme, cosa ne pensate dell’evoluzione di questa vicenda raccontata su Repubblica?

Leggi anche > Il figlio di 2 anni fa i capricci: la mamma lo strangola