bambino ucciso a Novara

Nuovi indizi incastrano i genitori del bambino morto a Novara.

Unimamme, certamente non avrete dimenticato il caso del piccolo Leonardo, il bambino di 2 anni morto a Novara qualche mese fa.

Bambino di 2 anni ucciso a Novara: sconcertanti rivelazioni dai telefoni dei genitori

Sul cadevere del bimbo erano state ritrovate numerose ecchimosi: sul capo, sulla schiena, sul torace e sui genitali.

A mettere fine alla sua brevissima vita era stato un calcio che gli aveva fatto esplodere il fegato.

I medici, in ospedale, si erano insospettiti per tutte le lesioni.

Nel corso del mese precedente alla morte il piccolo Leonardo era stato sottoposto a una serie di orribili violenze di cui c’era traccia ben visibile sul suo corpo.

Dopo un accertamento tecnico sui cellulari dei genitori gli inquirenti hanno trovato foto tratte da momenti di vita familiare del bimbo in cui i segni delle percosse erano ben visibili.

Leonardo aveva lividi sulla fronte, un occhio nero, poi entrambi. Inoltre la datazione delle immagini è importante per chiarire i ruoli avuti dalla mamma Gaia Russo e dal suo compagno Nicholas Musil.

In ospedale i genitori avevano giustificato i numerosi lividi sul corpo del piccolo con una caduta dal letto.

Nel frattempo Nicholas Musil che aveva problemi di droga e precedenti, è stato arrestato, mentre la mamma di Leonardo è in una comunità protetta dal momento che è incinta di un secondo figlio.

Da parte loro i parenti della mamma del piccolo negano di aver notato segni di maltrattamento sul bimbo, sostengono che quando era con loro non aveva nulla.

I genitori di Leonardo sono entrambi accusati di omicidio volontario, ma la mamma del piccino rifiuta tutte le accuse.

Unimamme, voi che idea vi siete fatte di questa vicenda e dei suoi sviluppi di cui si parla su Tgcom24?

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore