Basta castighi e punizioni! E’ ora di provare il metodo dei “punti”

Lynette è una mamma che ha trovato il modo giusto per far scontare le punizioni ai propri figli.

bimbo in castigo

Care unimamme prima o poi arriva il momento di mettere in castigo i vostri figli. Chi di noi almeno una volta non ha “mandato a riflettere” il proprio bambino o non gli ha levato il gioco preferito?

Purtroppo non sempre le punizioni funzionano e noi genitori siamo punto e accapo. Ecco allora che una mamma ha inventato un metodo che può essere utile a tutti.

Il metodo dei punti inventato da una mamma

Lynette, una mamma particolarmente creativa, ha ideato un metodo molto efficace per invogliare i figli a comportarsi bene e guadagnarsi la libertà.

Questo donna, stanca del fatto che le punizioni non sortissero effetto, ha stilato una classifica con punti assegnati a vari compiti, al raggiungimento di una determinata quota ciascuno ha scontato la propria pena.

Vediamo qualche esempio:

  • scrivere una lettera carina a un membro della famiglia: 10 punti
  • preparare e cucinare la cena: 50 punti
  • fare la lavatrice: 100 punti
  • svuotare la lavastoviglie: 25 punti
  • pulire la tavola: 25 punti
  • pulire le sedie della cucina: 25 punti
  • pulire il microonde: 40 punti
  • pulire il piano cucina: 20 punti
  • dare l’acqua alle piante: 10 punti

Così per esempio, se un figlio ha meritato una punizione del valore di 140 punti, ecco che aiutando a preparare la cena (50), sparecchiando (25), pulendo il piano cucina (20), svuotando la lavastoviglie (25), e scrivendo una lettera a mamma e papà (20) il figlio guadagna la “libertà”.

Lynette ha spiegato che da quando ha adottato questo sistema le cose funzionano molto meglio, la casa è pulita e ogni tanto c’è qualcuno che cucina al suo posto. “Ha funzionato meglio di quanto pensassi. Il mio figlio più grande ha guadagnato 500 punti in un giorno. Gli altri 2 ci sono andati vicino lavorando duro! Abbiamo avuto una buona cena l’altra notte preparata da mio figlio. Ho trovato una lettera super carina sotto il mio cuscino l’altra notte, e casa mia appare molto meglio!” si legge sul suo blog.

Allora unimamme, voi come vi comportate quando dovete mettere in castigo i vostri figli? Cosa ne pensate del sistema di Lynette? Noi lo troviamo geniale!

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta