bambina di 5 anni malata di leucemia
Bimba di 5 anni malata di leucemia ha perso l’unica persona che può salvarla | L’appello disperato – Universomamma

Elisa Pardini, la bambina di 5 anni malata di leucemia e ha bisogno di aiuto: “cerchiamo l’angelo che ha già salvato la vita di Elisa!”

Il padre Fabio ha da poche ore condiviso sulla sua pagina facebook un disperato appello per rintracciare la donatrice anonima che due anni fa ha donato le sue cellule staminali per Elisa, di fatto salvandole la vita con un trapianto di midollo osseo. Purtroppo il male è tornato e le possibilità per la piccola sono molto basse, solo il 35%. Per questo motivo i genitori di Elisa si sono attivati, con la speranza di rintracciare la stessa persona, ottenere una nuova donazione di cellule fresche e procedere con un secondo trapianto per Elisa.

“Più condivisioni possibili grazie!”: l’appello del papà di Elisa, bimba di 5 anni malata di leucemia

bambina di 5 anni malata di leucemia
Bimba di 5 anni malata di leucemia ha perso l’unica persona che può salvarla | L’appello disperato – Universomamma.it

Di seguito il testo dell’appello del papà:

NO LIKE GRAZIE MA PIÙ CONDIVISIONI POSSIBILI GRAZIE !!! SALVIAMO ELISA TUTTI INSIEME POSSIAMO FARCELA…STIAMO CERCANDO DISPERATAMENTE UNA RAGAZZA IN GERMANIA CHE NON CONOSCIAMO E CHE HA CIRCA 36 ANNI E CHE DUE ANNI FA(primo trapianto 19/01/2018 e Elisa aveva 3 anni e mezzo) HA DONATO LE CELLULE STAMINALI PER UN TRAPIANTO DI MIDOLLO OSSEO ABBIAMO BISOGNO ANCORA DI QUESTO ANGELO CHE HA GIÀ SALVATO LA VITA DI ELISA PER UN SECONDO TRAPIANTO DI MIDOLLO OSSEO CHE CI DA ANCORA QUALCHE SPERANZA DI SALVARE LA PICCOLA ELISA DI 5 ANNI GRAVEMENTE MALATA DI UNA FORMA DI LEUCEMIA GRAVISSIMA GRAZIE MA MASSIMA CONDIVISIONE AGLI AMICI ITALIANI TEDESCHI E A CHI CONOSCE LA LINGUA DI GIRARE QUESTO POST IN GERMANIA E ANCHE A CHI NON lA CONOSCE E A CHI HA AMICI LÌ IN GERMANIA È VERAMENTE MOLTO IMPORTANTE…..CONDIVIDETE CONDIVIDETE SE POTETE ANCHE NEI VOSTRI CONTATTI WHATSAPP MESSENGER E ISTAGRAM GRAZIE GRAZIE DI CUORE…………………….

Werte Redaktion, bitte dringends um Ihre Mithilfe und Ausstrahlung des Appells wie folgt:

DRINGEND !!!
AUFRUF ZUR STAMMZELLENSPENDE ZUR RETTUNG EINES 5-JÄHRIGEN MÄDCHENS …DIE JUNGE,ANONYME SPENDERIN LEBT ON DEUTCHLAND
(GESUCHT WIRD EINE IN DEUTSCHLAND LEBTENDEANONYME SPENDERIN)
Der verzweifelte Appell des Vaters im Namen der kleinen Elisa:

Mein Name ist Elisa Pardini (Facebook-Seite Pardini Fabio per Elisa), ich bin ein 5-jähriges Mädchen, das schwer an einer sehr seltenen Form von Leukämie erkrankt ist und die nur ein Kind von einer Million betrifft.
Ich suche dringendst nach einer jungen Dame, von ungefähr uber 36 Jahren, eine anonyme Stammzellenspenderin, die höchstwahrscheinlich in Deutschland lebt und deren Namen wir leider aus Datenschutzgründen nicht kennen und die mir vor zwei Jahren die Stammzellen für eine erfolgreiche Knochenmarktransplantation spendete, welche mir im Januar 2018 mein Leben rettete. Ich befinde mich seit zweieinhalb Jahren ohne Unterbrechung im Krankenhaus “Gesù Bambino” des Vatikans in Rom, im ständigen Beiseins meiner Eltern, Sabina und Fabio, die, um in meiner Nähe zu bleiben, selbst Haus und Arbeitsstelle in Nordostitalien, im Friaul, zurückließen …
Leider ist jedoch nur 6 Monate nach der Transplantation die Krankheit zurückgekehrt und ich benötige nun dringends eine zweite Transplantation.
Mein Hilferuf richtet sich an nun an die gütige Spenderin welche mir schon einmal das Leben rettete, in der großen Hoffnung, dass sie bereit mich noch einmal mit einer frischen Stammzellenspende vor dem sicheren Tod zu retten
… Ich weiß, es gibt noch einige Ihrer Zellen, die vor 2 Jahren eingefroren wurden, die jedoch mit Sicherheit weniger Garantie zur Heilung bieten wie frische Stammzellen da meine derzeitige Heilungsquote aus maximum 35% besteht.
Herzlichen Dank für Ihre Aufmerksamkeit.”

L’appello in tedesco tradotto è il seguente:

CHIAMATA PER LA SPEDIZIONE DI CELLULE STAMINALI PER IL SALVATAGGIO DI UNA RAGAZZA DI 5 ANNI … LA RAGAZZA , DONATORE ANONIMO VIVE IN GERMANIA
(CERCHIAMO UN DONATORE ANONIMO CHE VIVE IN GERMANIA)
L’appello disperato del padre nel nome della piccola Eliseo:

Mi chiamo Elisa Pardini (pagina Facebook Pardini Fabio per Elisa), sono una bambina di 5 anni che soffre di una forma molto rara di leucemia e colpisce solo un bambino di un milione.
Sto cercando con urgenza una giovane donna di circa 36 anni, un donatore di cellule staminali anonime che molto probabilmente vive in Germania e il cui nome purtroppo non conosciamo per motivi di privacy e mi ha donato due anni fa, le cellule staminali per un trapianto di midollo osseo di successo, che  a gennaio 2018 mi ha salvato la vita. Negli ultimi due anni e mezzo ho alloggiato nell’ospedale “Gesù Bambino” del Vaticano a Roma, alla presenza costante dei miei genitori, Sabina e Fabio, che hanno lasciato casa e lavoro nel nordest dell’Italia, in Friuli, per stare vicino a me. ..
Purtroppo, solo 6 mesi dopo il trapianto, la malattia è tornata e ho urgentemente bisogno di un secondo trapianto.
Il mio grido d’aiuto è ora rivolto al gentile donatore che una volta mi ha salvato la vita, nella grande speranza che sia disposta a salvarmi di nuovo con una nuova donazione di cellule staminali da morte certa
So che ci sono ancora alcune delle tue cellule che sono state congelate 2 anni fa, ma offrono sicuramente meno garanzie di cura rispetto alle cellule staminali fresche perché il mio tasso di guarigione attuale è al massimo del 35%.
Grazie per l’attenzione.”

Questi genitori hanno bisogno di tutti noi, aiutiamoli a diffondere questo appello con la speranza che arrivi alla ragazza generosa che solo 2 anni ha “donato” la vita alla nostra piccola Elisa.

Condividete l’appello non solo su Facebook, ma anche sugli altri social che avete. Se conoscete persone in Germania, o persone che conoscono persone in Germania, non vi fate scrupoli: condividete quest’appello! I contatti da dare sono:

E voi unimamme, vi unite a noi per Elisa?

Vi ricordiamo i precedenti appelli lanciati dai genitori:

—-> RUBANO I GIOCATTOLI A ELISA E IL PAPA’ LANCIA UN APPELLO

—-> L’APPELLO DELLA MAMMA DELLA PICCOLA ELISA