Simone IudicaA Gela (Caltanissetta), una bambina, il suo papà e il suo adorato nonno sono stati salvati da morte certa mentre annaspavano tra le onde.

Siamo nella zona dell’ex lido Eden a Gela, in provincia di Caltanissetta. C’è brutto tempo e un forte vento, ma una bimba di 11 anni, suo padre di 45 e il nonno si sono avventurati tra la acque per un ultimo bagno.

Il terzetto non ha fatto caso, però, a una boa posta al di sopra di una grossa buca per segnalarne la presenza, e si è diretto proprio lì. Un mulinello causato dalla forte corrente li ha fatti prigionieri, minacciando di trascinarli a fondo, uno a uno.

Per fortuna, poco distante, un giovane bagnino della cooperativa Poseidon, Simone Iudica, stava tenendo d’occhio la situazione da una torretta di avvistamento. Resosi conto immediatamente del pericolo, Simone ha raggiunto i tre bagnanti e si è gettato tra le acque per salvare la bambina. Una volta riportata a riva, Simone ha raggiunto il nonno, che si era aggrappato con tutte le sue forze alla boa. Tratto in salvo anche quest’ultimo, il coraggioso bagnino è riuscito a recuperare anche il padre della piccola, trascinato sott’acqua dal mulinello.

LEGGI ANCHE: Troppi bambini affogati, “geniyori negligenti”: l’accusa dei bagnini

Sei un eroe figlio mio” ha poi scritto la mamma di Simone su Facebook, mostrando con orgoglio una foto del figlio.

E scommettiamo che voi, Unimamme, avreste fatto lo stesso.