Dopo l’intervista di Chiara Ferragni da Cattelan si torna a parlare della mamme pancine. Ma chi sono e dove è possibile trovarle?

Le mamme pancine raccontate da Il Signor Distruggere e le critiche a Chiara Ferragni

mamme pancine
@IlSignorDistruggere Facebook

Le mamme pancine sono soprattutto le donne “fanatiche” della maternità, le potremmo chiamare le mamme “ultras”. Sui social, soprattutto su Facebook, sono diverse le pagine in cui si possono trovare e lo sa molto bene il Signor Distruggere, il quale ne ha fatto un caso. Alcune di queste mamme è frequente trovarle in gruppi chiusi in cui si parla di tutto ciò che può essere legato all’essere mamma: concepimento, test di gravidanza, allattamento, ecc.

Fin qui nulla di strano, direte voi, il problema sorge perché a volte le domande e le risposte che si leggono in questi gruppi sono a dir poco surreali, difficili da credere. E’ in questi gruppi che il Signor Distruggere (ossia Vincenzo Maisto) ha scoperto un  mondo. Lui, o chi per lui, scova post scritti da mamme, o presunte tali (è possibile che ci siano dei troll a scrivere), e li condivide sulla sua pagina, e da lì il fenomeno: migliaia di utenti che commentano, a volte anche pesantemente, i vari screenshot.

mamme pancine
@IlSignorDistruggere Facebook

Tra le mamme pancine le più criticate sono quelle che si chiamano tra loro con nominativi strani e che scrivono con diversi errori grammaticali, o che usano i gruppi per aprirsi a confidenze che spesso riguardano anche la sfera sessuale, svelando pregiudizi e ignoranza in tema sessuale.

Alcune poi sono “fissate” con il potere del latte materno o della placenta: oltre a realizzare oggetti di dubbio gusto con questi elementi, realizzano anche ricette casalinghe per nutrire o curare i famigliari, es. ricottine di latte materno, biscotti, ecc.

@IlSignorDistruggere Facebook

Perché però Chiara Ferragni ne ha parlato dicendo:poi ci sono le “mamme pancine” che invece sono quelle che pensano di sapere tutto loro e cercano di farti sentire inopportuna“. La Ferragni, che lo ricordiamo è seguita su Instagram da circa 15 milioni di persone, è da poco diventata mamma quindi è molto facile che possa essere presa di mira da questa mamme, le quali infatti sono molto critiche con chi non la pensa come loro. Non è difficile immaginare i motivi per cui la Ferragni viene criticata: per aver smesso di allattare Leone o semplicemente per aver scelto di essere mamma e donna in carriera allo stesso tempo. Per molte mamme “pancine” l’essere mamma è qualcosa che si può fare solo in maniera assoluta: o sei mamma o non lo sei.

Due antropologhe, Nicoletta Landi e Chiara Carletti,Intervistate da D di Repubblica,  hanno analizzato il mondo di queste mamme, cercando di comprendere le origini del fenomeno, e criticando anche chi le offende o le deride senza sforzarsi di capire.

Ciò che hanno evidenziato le studiose è che a queste donne manca ed è mancata un’educazione adeguata dal punto di vista dell’anatomia e della sessualità. Molte non conoscono i contraccettivi, sono piene di pregiudizi sessisti, sono aggressive con le donne che decidono di non fare figli. Ma ciò che sottolineano le esperte è che sono soprattutto donne molto sole, e che traggono soddisfazione solo dalla maternità, perché magari non è stato loro spiegato cosa siano le “pari opportunità”, o è mancata una formazione superiore o universitaria, un modello culturale o lavorativo. Sono donne per le quali l’unico sogno concesso è uscire di casa dei genitori,  diventare mogli e fare figli. Sono donne convinte del fatto che gli uomini non devono educare, perché per quello ci sono le mamme. Concetti e idee completamente fuori tempo e fuori luogo. E qualcuno glielo deve dire, soprattutto pensando ai figli. Ecco che quindi le esperte si aspettano che questo compito venga svolto dalla scuola, che deve sopperire là dove la famiglia manca. E noi siamo assolutamente d’accordo con loro!

Cosa possiamo però dire a queste donne, unimamme? Un paio di consigli li vogliamo provare a dare:

  • smettetela di chiudervi nel vostro mondo, antico e sbagliato, smettendo di giudicare chi è diverso da voi
  • apritevi a un confronto, ascoltate e ascoltatevi davvero.

Noi nel frattempo vi lasciamo con un altro fenomeno che è ancor più preoccupante: quello delle mamme che mamme non sono. Avete mai sentito parlare dei reborn?