collane da dentizione
Collane da dentizione (iStock)

Collane da dentizione, braccialetti e altri gioielli sono pericolosi: l’allarme della FDA americana. Attenzione mamme.

La FDA, Food and Drug Administration, Usa mette in guardia sull’uso dei cosiddetti “gioielli” da dentizione, come collane e braccialetti, che vengono dati ai bambini per alleviare il dolore provocato dalla crescita dei denti o per la stimolazione sensoriale. Sono pericolosi, a differenza degli anelli di plastica dura o di gomma, realizzati appositamente per i bambini, che invece possono essere utilizzati.

Collane da dentizione e altri gioielli: attenzione, sono pericolosi

Molti genitori comprano o danno ai propri bambini oggetti da dentizione. Di solito anelli di plastica o gomma, ma anche bracciali, collane o altri oggetti duri da mordere per alleviare il dolore alle gengive causato dalla crescita dei dentini o per stimolarne lo sviluppo sensoriale. Non tutti questi oggetti, tuttavia, sono indicati. Alcuni infatti possono essere molto pericolosi e per questo motivo il loro utilizzo è stato sconsigliato dalla FDA (Food and Drug Administration), l’agenzia governativa americana che regolamenta l’utilizzo e la commercializzazione dei prodotti alimentari e farmaceutici.

La FDA ha messo in guardia genitori, educatori, caregiver e sanitari sull’utilizzo dei “gioielli” da dentizione, come collane, braccialetti ed altri oggetti, realizzati in ambra, legno, marmo o silicone. Si tratta di quegli oggetti che possono essere indossati sia da un bambino che da un adulto e spesso sono realizzati con materiali pericolosi o comunque non adatti ai bambini. Il rischio, infatti, è che i bambini possano strozzarsi con le collanine di ambra o soffocare se inavvertitamente dovessero rompere collane o braccialetti e ingoiarne le perle. I materiali con cui sono realizzati questi gioielli da dentizione possono anche provocare ferite gravi e perfino infezioni.

Non rientrano invece nella categoria degli oggetti pericolosi gli anelli in plastica dura o gomma, i massaggiagengive, i succhietti e gli altri oggetti da dentizione specificamente studiati per i bambini e realizzati con materiali sicuri, con plastiche che non si usurano e coloranti non tossici. Solo questi oggetti possiamo dare ai nostri bambini per alleviare il dolore della crescita dei dentini.

Anelli da dentizione specifici per bambini (iStock)

Gli altri oggetti, come collane o braccialetti duri, che spesso vengono usati per la dentizione, o come accessori da indossare, ma che non sono stati realizzati appositamente per i bambini, vanno evitati per la loro pericolosità. Inoltre, come sottolinea la FDA, non è nemmeno provata la loro efficacia nel trattare il dolore alla gengive né la loro capacità di sviluppare la stimolazione sensoriale. L’equivoco è che questi gioielli, sopratutto collane e braccialetti, vengono commercializzati come prodotti per la dentizione, almeno negli Stati Uniti, ma non sono come gli oggetti di gomma specificamente prodotti per i bambini, con forme e materiali sicuri.

Genitori, educatori, assistenti, insegnanti, caregiver e personale sanitario sono invitati a non usare come oggetti da dentizione questi prodotti.

Soprattutto non vanno dati ai bambini o individui con autismo o con disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD). A questi individui gli oggetti per la dentizione vengono dati per la stimolazione sensoriale o per distoglierli dal mordere vestiti o parti del corpo. Tuttavia, gli oggetti per la dentizione come le collane, non realizzati per essere sicuri per i bambini, sono ancora più pericolosi per queste persone. Per questi motivi la FDA sta avvisando genitori, caregiver e sanitari di non utilizzare collane, braccialetti e gioielli da dentizione per alleviare il dolore della crescita dei denti nei bambini o per sviluppare la stimolazione sensoriale nelle persone con esigenze speciali, come quelle affette da autismo o disturbo da deficit di attenzione o iperattività. L’uso di questi gioielli per bambini o disabili può essere molto pericoloso e perfino mortale.

Purtroppo l’allarme della FDA è basato anche su casi reali. Negli Usa un bambino di soli 7 mesi è soffocato dopo aver ingerito le perline di braccialetto da dentizione in legno, mentre era sotto il controllo dei genitori. Lo strangolamento, poi, si può verificare se una collana è avvolta in modo troppo stretto attorno al collo del bambino o se la collana si incastra ad un oggetto come una culla.

La FDA ha ricevuto un rapporto su un bambino di 18 mesi che era rimasto strangolato dalla sua collana da dentizione in ambra durante un riposino.

Gli altri rischi di questi gioielli includono potenziali ferite alla bocca o infezioni se un pezzo del gioiello irrita o fora le gengive di un bambino. Insomma, meglio non rischiare.

Le raccomandazioni della FDA ai genitori e ai caregiver:

  • Non usate collane, braccialetti o altri gioielli pubblicizzati per alleviare il dolore della dentizione nei bambini. L’uso di questi prodotti, infatti, può causare gravi lesioni, inclusi lo strangolamento e il soffocamento.
  • Siate consapevoli che l’uso di gioielleria commercializzata per alleviare il dolore della dentizione o fornire stimoli sensoriali alle persone con bisogni speciali può portare a lesioni gravi, tra cui lo strangolamento e il soffocamento.
  • Il consiglio per gli americani è quello di seguire le raccomandazioni dell’American Academy of Pediatrics’. Da noi sono i pediatri e le società scientifiche di pediatria (sul tema vi ricordiamo le indicazioni sul comportamento da tenere in caso di soffocamento dei bambini).
  • Parlate con il vostro pediatra per alleviare il dolore della dentizione al vostro bambino con tecniche e metodi alternativi: come frizionare o massaggiare delicatamente con le dita (ovviamente pulite) le gengive del vostro bambino, oppure dargli un anello da dentizione di gomma (di quelli realizzati appositamente per i bambini). In quest’ultimo caso assicuratevi che l’anello da dentizione non sia congelato (non va messo in frigo o freezer) e che non sia troppo duro, perché altrimenti potrebbe ferire le gengive del bambino. Inoltre, il bambino va sorvegliato mentre usa un anello da dentizione.
  • Da evitare, poi, l’impiego di creme per la dentizione e gel alla benzocaina, spray, unguenti, soluzioni e pastiglie per il dolore alla bocca e alle gengive nei neonati e nei bambini di età inferiore ai 2 anni. Infatti, la benzocaina e altri anestetici locali possono causare metemoglobinemia, una condizione grave in cui viene ridotta la quantità di ossigeno trasportata attraverso il sangue e che provoca problemi respiratori gravi, anche mortali. Alcuni mesi fa vi avevamo segnalato un altro avvertimento della FDA proprio su questi prodotti,  con l’intimazione alle aziende produttrici di ritirarli dal mercato destinato ai neonati, minacciando l’intervento legale.

Le raccomandazioni della FDA ai sanitari:

  • Parlate con i genitori o con i caregiver dei modi sicuri per ridurre il dolore della dentizione nei bambini, inclusi i benefici e i rischi delle opzioni di trattamento disponibili.
  • Scoraggiate l’uso di collane, braccialetti e altri gioielli commercializzati per alleviare il dolore della dentizione e per fornire stimoli sensoriali a persone con bisogni speciali.

Dopo questi consigli, la FDA ha assicurato che sta monitorando i report sugli eventi avversi legati all’utilizzo di gioielli da dentizione e che è impegnata a proteggere la salute pubblica e garantire la sicurezza dei bambini e di altri. In caso di nuove importanti informazioni sull’argomento, la FDA aggiornerà le sue indicazioni e raccomandazioni.

Per ulteriori informazioni rimandiamo al sito web della Food and Drug Adiministration.

Che dite unimamme? Siete convinte nel non utilizzare i gioielli da dentizione per i vostri bambini, soprattutto se molto piccoli?