Colore della caccaColore della cacca del neonato: una neomamma saprà di cosa sto parlando. Ad un certo punto della vita di noi genitori, l’evacuazione dei figli – con tutte le sue tonalità – diventa un serio argomento di conversazione: “Gigio ha fatto la pupù verde!”, “Oddio la cacca di Giuseppina è arancione, cosa vorrà dire?”.

Per fugare ogni dubbio, vi vogliamo fornire un vademecum della cacca: quali sono i possibili colori in cui si può presentare e che cosa significa.

Colori della cacca: le risposte nei pannolini

Colori della cacca: cosa indicano le varie “sfumature” nelle feci dei vostri figli?

1- Verde scuro: di solito è la prima cacca “vera“, ovvero quella che il neonato fa per espellere il meconio, un misto di bile e muco.

2- Giallo senape: il colore è causato dall’allattamento al seno. Se la vedete di una tonalità simile a quella della mostarda – o della senape appunto – non preoccupatevi: il bambino sta bene.

3- Marrone: di solito questo è il colore dei bambini che vengono allattati con il latte artificiale. Anche in questo caso non c’è da preoccuparsi se vedete questa tonalità all’interno del pannolino.

4- Verde: probabilmente il bambino sta assumendo troppo colostro mentre viene allattato al seno. In questo caso bisogna rivolgersi all’ostetrica che aiuterà la mamma a passare al “secondo” latte.

5- Bianca: se la pupù è di questo colore, probabilmente è a causa degli effetti di una cura antibiotica. Se invece il bimbo non sta assumendo farmaci, potrebbe essere il segnale di una carenza di bile e in questo caso bisogna rivolgersi al pediatra.

6- Nera: se la cacca è di questo colore, spesso il bimbo è costipato e ciò accade quando il bambino passa al cibo solido. Per ovviare al problema si possono dargli dei cibi che aiutano ad ammorbidire le feci, come le pere e i broccoli.

7- Rosa: se la cacca è rosa, potrebbe significare che il bambino ha un’intolleranza verso un determinato cibo, come pomodori, fragole, oppure al salmone.

8- Rossa: anche in questo caso potrebbe indicare una reazione allergica al cibo – come ad esempio al latte di mucca –  ma se assomiglia al colore del sangue è bene preoccuparsi: il pediatra potrà sostituire il latte vaccino con altre soluzioni più digeribili.

E voi unimamme, ci volete raccontare la vostra esperienza?

Noi vi lasciamo con alcuni suggerimenti per combattere la stitichezza in gravidanza.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore