Como, 60 auto danneggiate da ragazzini tra i 15 ai 18 anni. Scagliavano sassi dall’auto in corsa o tagliavano le gomme alle auto parcheggiate. Sono stati tutti rintracciati e denunciati. 

Sassi contro i finestrini, martellate alla carrozzeria, gomme tagliate, hanno seminato terrore tra gli automobilisti. In tutto una sessantina di automobili, un autobus e un trattore danneggiati in una sola notte in Valle Intelvi, vicino Como.

“Ci annoiavamo”: la giustificazione dei ragazzini data ai Carabinieri

Una “bravata” con molti danni che, come ricostruito dai carabinieri, è stata compiuta da cinque ragazzini dai 15 ai 18 anni, tutti rintracciati e denunciati a piede libero. Il più grande del gruppo ha preso di nascosto la macchina dei genitori e si è messo alla guida senza neppure avere la patente. “Non sapevamo cosa fare, ci annoiavamo“, si sono giustificati davanti ai carabinieri i 5 adolescenti, una volta scoperti.

 

I carabinieri di Centro Valle Intelvi hanno accertato che nella notte tra il 3 e il 4 settembre scorso i ragazzini avevano fatto una sorta di prova generale, prendendo a sassate tre auto. Poi il gioco è piaciuto e si sono messi d’accordo per passare così la notte successiva. Così hanno danneggiato tutte le auto di Valle Intelvi, per una notte intera.

  • alcuni si fermavano per prendere a martellate i veicoli
  •  altri per tagliare le gomme dei veicoli parcheggiati.

Al mattino erano arrivati a circa sessanta mezzi danneggiati, compresi un bus di linea e un trattore.

Identificati grazie all’analisi delle immagini di decine di telecamere pubbliche e private i cinque ragazzi sono stati denunciati a piede libero per danneggiamento aggravato alla procura della Repubblica del tribunale di Como e del tribunale per i minori di Milano.
I genitori dei ragazzini sono stati molto disponibili con le forze dell’ordine e ora vogliono una pena esemplare i figli.
E unimamme voi cosa ne pensate? Voi cosa avreste fatto?
Vi lasciamo con un’altra assurda storia di bambini con coltelli e pistole: è allarme baby gang.