Approvato dalla UE il congedo di paternità a 10 giorni.

Il Consiglio e Parlamento Europeo hanno trovato un nuovo accordo per consentire ai papà almeno 10 giorni di congedo alla nascita del figlio e 2 mesi di congedo parentale nei primi anni di vita non trasferibili da un genitore all’altro.

Questa riforma dovrà ottenere il sì finale del Consiglio, atteso tra qualche mese, successivamente i Paesi dell’UE avranno 3 anni per attuare le riforme sul congedo di maternità e 5 per quelle sul congedo parentale.

Come ha confermato l’ultima legge di bilancio il congedo obbligatorio per i papà previsto in Italia è di 5 giorni, più 1 facoltativo in alternativa con la mamma. La retribuzione è al 100%.

Per il congedo di paternità, che è un periodo facoltativo di astensione dal lavoro per la mamma e il papà nei primi anni di vita del figlio questo non è superiore a 10 mesi complessivi per entrambi.

Infine, la normativa italiana di adozione deciderà come integrare la prescrizione della non trasferibilità con lo strumento in vigore.

Secondo la UE il congedo di paternità non deve essere pagato meno del congedo per malattia. Per quanto riguarda il congedo parentale deve garantire adeguati standard di vita, soprattutto tenendo in considerazione la differenza di salario tra uomini e donne.

L’accordo comprende anche la possibilità di 5 giorni di congedo per curare persone anziane che vivono nella stessa famiglia, incentivi per il telelavoro e orari di lavoro flessibili.

Unimamme, cosa ne pensate di queste novità di cui si parla su Repubblica?