Home Figli Salute Il disinfettante per le mani protegge i bambini dalle malattie

Il disinfettante per le mani protegge i bambini dalle malattie

CONDIVIDI
disinfettante per le mani
Disinfettante per le mani (iStock)

Il disinfettante per le mani protegge i bambini da infezioni e malattie, con meno assenze da scuola.

Un recente studio scientifico ha stabilito che l’utilizzo del disinfettante per le mani nei bambini li fa ammalare di meno, proteggendoli soprattutto dalle infezioni respiratorie. Una scoperta importante che ci fornisce nuove conoscenze e nuovi strumenti per prevenire infezioni e malattie. Ecco cosa hanno accertato gli scienziati.

Disinfettante per le mani protegge dalle malattie

Ci stiamo avvicinando alla stagione dell’influenza, con i primi raffreddori di stagione e le sindromi para-influenzali che hanno già contagiato migliaia di italiani, tra cui i bambini. Quando si ammalano i più piccoli per i genitori c’è sempre qualche motivo di apprensione: per le condizioni dei figli, il decorso della malattia, ma anche per la perdita dei giorni di scuola per loro e dei giorni di lavoro per i genitori che devono fare i salti mortali per organizzarsi quando sono costretti a lasciare i figli piccoli a casa.

I malanni di stagione anche se non sono gravi rappresentano un fastidio e portano una serie di problemi e seccature. Se si possono evitare tanto meglio.

Sappiamo che ci sono diverse regole e buone pratiche per evitare infezioni respiratorie, come raffreddori e influenze. Per anziani e soggetti più deboli c’è il vaccino antinfluenzale, altamente consigliato, con la campagna per la vaccinazione al via a metà ottobre 2018, nei prossimi giorni.

Ci sono tuttavia anche delle buone abitudini di igiene quotidiana che ci aiutano a conservare il nostro buono stato di salute e prevenire le infezioni. Oltre a condurre uno stile di vita corretto, con una sana alimentazione, ricca di vitamine, ed evitando inutili stress, una regola da osservare è quella di lavarsi frequentemente le mani, soprattutto in questa stagione.

disinfettante per le mani
Lavarsi le mani (iStock)

Lavarsi le mani è un modo efficace, pratico ed economico per tenere lontani virus e batteri. Vale per i grandi e i più piccoli.

Ora, però, uno studio ha scoperto che lavarsi le mani con acqua e sapone non basta a tenere lontano le infezioni, mentre l’utilizzo di un disinfettante per le mani può avere effetti sorprendenti e molto utili.

Lo studio, condotto in Spagna e pubblicato sulla rivista americana Pediatrics, ha scoperto che i bambini che utilizzavano il disinfettante per le mani al posto del lavaggio con acqua e sapone si ammalavano meno degli altri.

Lo studio randomizzato è stato condotto su 911 bambini fino ai 3 anni che frequentavano le materne ad Almeria. I bambini e le loro famiglie sono stati suddivisi in tre gruppi a cui sono state assegnate differenti regole di igiene quotidiana:

  • un gruppo ha usato il disinfettante per pulire le mani,
  • un secondo gruppo ha usato tradizionali acqua e sapone
  • un terzo, il gruppo di controllo, seguiva le sue normali abitudini nel lavaggio delle mani.

Gli appartenenti ai primi due gruppi erano tenuti ad osservare un rigido protocollo, a differenza del gruppo di controllo. Lo studio ha avuto una durata di 8 mesi, da novembre 2013 a giugno 2104.

Tutti gli appartenenti ai tre gruppi hanno ricevuto lezioni di igiene delle mani, prima dell’esperimento.

I primi due gruppi, inoltre, hanno ricevuto lezioni supplementari, con le quali hanno imparato a conoscere in modo più approfondito infezioni e febbri, hanno ricevuto una documentazione sull’igiene delle mani e hanno ricevuto protocolli che consigliavano di lavare le mani

  • prima e dopo mangiato,
  • appena rientrati a casa
  • e dopo aver tossito, starnutito ed essersi soffiati il naso.

I bambini che si sono sottoposti all’esperimento hanno sofferto di 5.211 infezioni respiratorie che hanno causato 5.186 giorni di malattia e di relativa assenza da scuola.

  • I bambini che avevano usato il disinfettante per le mani hanno perso il 3,25% dei giorni di scuola;
  • quelli che si erano lavati le mani con acqua e sapone, ma seguendo lezioni e protocolli ne hanno persi il 3,9%;
  • mentre i bambini del gruppo di controllo che aveva continuato a seguire le abitudini di sempre nel lavaggio delle mani aveva perso il 4,2% di giorni.

Inoltre i ricercatori hanno scoperto che i bambini che si erano lavati le mani con acqua e sapone avevano il 21% di rischio più elevato di contrarre una infezione respiratoria. Avevano anche un 31% di rischio più alto di vedersi prescritti antibiotici, rispetto ai bambini che si erano puliti le mani con il disinfettante. L’eccessiva prescrizione di antibiotici, infatti, andrebbe evitata.

L’importanza di questo studio, come hanno riconosciuto altri esperti, è quella di essersi concentrata sull’igiene dei bambini piccoli nella cura quotidiana e aver sostenuto il concetto che si possono ridurre le infezioni del tratto respiratorio nei bambini molto piccoli, se si utilizza disinfettante per le mani.

Allo stesso tempo, tuttavia, il CDC di Atlanta sottolinea che i disinfettanti per le mani non eliminano tutti i tipi di germi e che potrebbero non rimuovere sostanze chimiche pericolose.

Inoltre, il CDC ricorda che i disinfettanti per le mani non sono efficaci quando le mani sono visibilmente sporche o unte.

Inoltre, bisogna sempre controllare i bambini che usano il disinfettante a base di alcol, per evitare che lo mettano in bocca.

Pertanto, la conclusione è che c’è un momento per l’uso del disinfettante per le mani e un altro per lavarsi le mani con acqua e sapone. Insegnare ai bambini ad utilizzare entrambi potrebbe essere molto utile per tenere alla larga raffreddori e influenza.

Che ne pensate unimamme? Condividete sopratutto quest’ultima osservazione?

Sul tema dell’igiene delle mani vi ricordiamo i nostri articoli:


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it