Diventare mamme da “giovani” non è l’età migliore secondo la scienza

Uno studio indica i benefici del diventare mamme in età più avanzata.

Sappiamo tutte che esiste una sorta di pressione sociale sulle donne riguardo l’età in cui si dovrebbero avere figli.

Perché diventare mamma dopo i 35?

Le donne dai 35 in sù sono classificate come mamme “anziane” , non si tratta purtroppo di convenzioni sociali, ma anche di biologia. Le nostre possibilità di concepire un bimbo diminuiscono con l’età.

Un nuovo studio compiuto dalla University of Southern California potrebbe però ribaltare determinate convinzioni.

Secondo quanto scoperto da loro avere un bimbo dopo i 35 anni aumenta le abilità mentali della madre.

Questa scoperta si lega anche a precedenti studi secondo i quali avere un bimbo dopo questa età può aumentare le aspettative di vita.

830 donne in post menopausa hanno effettuato diversi test riguardanti:

  • pianificazione
  • visione percettiva
  • memoria verbale
  • concentrazione
  • attenzione

Le donne che avevano avuto un figlio dopo 24 anni avevano risultati migliori nei test su quanto fossero acute mentalmente, nel problem solving, nelle competenze verbali rispetto alle donne che avevano tra 15 e 24 anni.

Le donne che invece avevano un figlio dopo i 35 avevano una miglior memoria verbale e cognitiva.

Questo è legato a un’impennata di estrogeni e progesterone durante la gravidanza.

Si ritiene che questi ormoni aumentino la chimica del cervello e le funzioni, in modo particolare se la gravidanza avviene più avanti con l’età.

Forse avere un piccino dopo i 35 anni non è poi così male vero?

Cosa ne pensate dei dati raccolti sul Mirror?

Noi vi lasciamo con uno studio secondo cui i figli allungano la vita dei genitori.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta