Dolce e Gabbana scuseDomenico Dolce e Stefano Gabbana chiedono scusa alla Cina.

Domenico Dolce e Stefano Gabbana fanno ammenda per gli spot accusati di sessismo e razzismo. Il caso è scoppiato con un video per pubblicizzare l’evento kolossal dei noti stilisti in Cina. Si trattava di uno show di un’ora per 1500 invitati con 500 abiti da ammirare.

In uno dei filmati vi era una donna di origine cinese seduta a un tavolo, davanti a lei, su un piatto, un grande cannolo siciliano. Per mangiare il cannolo la donna tira fuori delle bacchette, una missione che risulta impossibile.

Negli altri spot la donna cerca di mangiare, sempre con le bacchette, la pizza e gli spaghetti.

Su queste pubblicità si è scatenato un putiferio che è costato a D&G l’annullamento dell’evento e la cancellazione dei prodotti del brand dai principali siti e-commerce e cinesi.

Dopo la ventata di polemiche gli stilisti sono apparsi in un video di scuse con i volti provati e seri.

“In questi giorni abbiamo pensato moltissimo e con grande dispiacere a quello che è successo” dichiara Dolce nel filmato sottotitolato in cinese.

“Le nostre famiglie ci hanno sempre insegnato a rispettare le varie culture di tutto il mondo e per questo vogliamo chiedervi scusa se abbiamo commesso degli errori nell’interpretare la vostra”.

Stefano Gabbana aggiunge: “vogliamo anche chiedere scusa a tutti i cinesi nel mondo perché ce ne sono molti e prendiamo molto seriamente questa scusa e questo messaggio”.

E ancora Dolce: “siamo sempre stati molto innamorati della Cina, l’abbiamo visitata, amiamo la vostra cultura e certamente abbiamo ancora molto da imparare per questo ci scusiamo se abbiamo sbagliato nel nostro modo di esprimerci.

Faremo tesoro di questa esperienza e sicuramente non succederà mai più, anzi proveremo a fare di meglio, rispetteremo la cultura cinese in tutto e per tutto. Dal profondo del nostro cuore vi chiediamo scusa”.

Unimamme, cosa ne pensate di quanto accaduto?