Gemma O’Grady foto shock pasto mensaUna mamma sconvolta ha ricevuto e pubblicato la foto di un pasto offerto a sua figlia dalla mensa della sua scuola elementare.

Ecco il pasto della mensa di mia figlia, non lo darei ai cani. Questa è la scuola che paghiamo e che deve crescere i nostri figli. Non mi meraviglio che mia figlia ogni giorno mi chieda di darle dei soldi per comprare da mangiare nei negozi con gli amici. D’ora in poi solo pranzo al sacco preparato da me“.

Questo il contenuto del post di una mamma scozzese di 38 anni, Gemma O’Grady, che ha pubblicato la foto di un tipico pasto consumato dalla figlia Casey nella mensa della sua scuola elementare, la St. Pius Primary School di Dundee.

Il pasto, composto da due piccole salsicce semi crude, due patate bollite e uno strano dessert verdognolo in stato semi-liquido, è in effetti alquanto desolante. “La foto non è niente, perché il sapore del pasto è molto peggio” hanno confermato i compagni di scuola della bambina.

Il post di Gemma ha ben presto fatto il giro del paese, raccogliendo commenti di altri genitori della scuola e spingendo il Consiglio comunale di Dundee ad aprire un’indagine. “Stiamo discutendo il contratto con l’azienda che fornisce i pasti, la Tayside” hanno assicurato dall’amministrazione.

L’azienda fornitrice si è difesa sulle pagine del Sun: “Le nostre ricette sono il risultato di un confronto tra il nostro team, i bambini, i docenti e tutte le parti interessate, che vengono coinvolte attivamente nell’elaborazione dei menù: le salsicce e gli hamburger sono preparati personalmente dai nostri macellai e contengono pochi grassi e sale per garantire un’alimentazione sana, equilibrata e in linea con gli standard indicati dal ministero della Salute“.

E voi Unimamme avete mai ricevuto lamentele sui pasti che offrono in mensa ai vostri figli? Vi è mai venuta la curiosità o avete mai avuto l’occasione di poterli vedere con i vostri occhi (e magari anche assaggiare)?