Home Figli Salute Come preparare la casa per l’arrivo di un bambino

Come preparare la casa per l’arrivo di un bambino

CONDIVIDI

candegginaCosì come abbiamo imparato di più sul bagnetto, la cura del trancio del cordone e l’igiene del neonato vediamo ora come preparare la nostra e la sua casa all’arrivo.

Come preparare l’arrivo di un figlio

Partiamo dal lettino

Ecco i consigli principali:

  • se possibile scegliere un lettino in legno;
  • le sponde, quando sono rialzate, dovrebbero mantenere una distanza dal materasso di circa 60 cm e dovrebbero avere una chiusura sempre sicura;
  • le sponde non vanno mai lasciate abbassate quando il bambino è nel letto;
  • se le sponde sono a sbarre, dovranno avere una distanza tra loro che non deve superare i 7 cm, per evitare che il bambino possa infilarvi la testa o una gamba o un braccio e non essere più capace di liberarsi;
  • il materasso dovrebbe essere rigido ed avere le stesse dimensioni del lettino, per evitare spazi dove il bimbo potrebbe infilarsi;
  •  meglio non usare il cuscino;
  • le lenzuola e le coperte dovrebbero sempre lasciare libero il volto e il collo del bambino;
  • consigliabile non sistemare il lettino vicino a cordoni o tende: il bambino potrebbe impigliarvisi;
  • per dormire è raccomandabile adagiare il bimbo preferibilmente a pancia in su o sul fianco.

Abbigliamento

 La salute inizia dall’abbigliamento, vediamo cosa è meglio sapere:

  • è un errore credere che un bambino “imbacuccato” sia protetto da raffreddamento o che incorra meno facilmente in infezioni virali;
  • in estate le tutine e i body tengono molto caldo e il pannolino scalda molto, perciò usate vestitini o camicini larghi, possibilmente di cotone o lino;
  • per vestire e svestire il bambino, adagiatelo sempre su un piano e non lasciatelo mai solo, anche se vi allontanate solo di mezzo metro e per pochi secondi, perché i bambini si muovono rapidamente e imprevedibilmente e potrebbero cadere;
  • gli indumenti e la biancheria usata per il bambino dovrebbero essere sempre lavati a parte con sapone.

Se ci sono dei fratellini?

  • date ai fratellini tanto amore, tanta attenzione, più che al neonato!

 

Se avete piante e fiori in casa o in giardino?

Ricordate che alcune specie di piante sono velenose, se succhiate e/o ingerite possono essere tossiche.
Fra queste:

  • l’oleandro,
  • la stella di natale,
  • il ricino.

Allontanatele, quindi, da casa prima che vi arrivi il bambino. Se queste piante si trovano in giardino cercate di coprirle o proteggerle con una rete.

Se viene con voi in automobile?

  • mettetelo sempre nel seggiolino per auto, omologato secondo le norme vigenti, installato correttamente sul sedile posteriore perché anteriormente esiste il pericolo dell’air-bag;
  • non portatelo MAI in grembo alla persona seduta accanto al guidatore: questa regola vale a qualunque età del bambino!

Particolari raccomandazioni

Il fumo:

  • è molto importante ricordare che il fumo è altamente dannoso per il bambino;
  • non solo in gravidanza e durante l’allattamento.

Alcune delle conseguenze legate all’esposizione del bambino al fumo passivo possono essere delle infezioni delle vie respiratorie come:

  • riniti,
  • otiti,
  • bronchiti,
  • bronco-polmoniti
  • attacchi d’asma.

In casa, quindi, è assolutamente sconsigliato fumare in particolare nei locali dove si trova il bambino, così pure in automobile e all’aperto vicino al bambino.

Nel lettone

Sistemare il bambino preferibilmente:

  • sopra le coperte del vostro letto
  • coprirlo con una copertina leggera, altrimenti, durante la notte, potrebbe scivolare in fondo al letto sotto le coperte e soffocare.

La TV

Quando siete a casa ricordate di:

  •  spegnere sempre il televisore durante il pasto,perché può costituire una distrazione che interferisce con il momento della nutrizione del vostro bambino;
  • cercare di non usare mai la televisione come baby-sitter.

Il tempo libero
Andare a spasso è importantissimo!

È consigliabile:

  • portare il bambino a spasso il più possibile,
  • lasciarlo prendere aria e luce, in giardino o in terrazzo, in questo modo il bimbo potrà anche rafforzare le sue difese immunitarie;
  • l’esposizione controllata al sole arricchisce il bambino di vitamina D;
  • per portare a spasso il bambino, nei primi mesi di vita, è bene usare la carrozzina o il passeggino dove per il bambino dovrebbe stare sdraiato;
  • è comodo anche il marsupio ma tenete sempre presente che il caldo del corpo materno o paterno e del marsupio danno un calore notevole al bimbo;
  • per la salute del bambino è opportuno non portare il bambino in luoghi eccessivamente affollati o dove vi siano persone malate.

E poi? Rilassatevi e godetevi più che potete i primi momenti a casa con vostro figlio! 😉

Noi vi lasciamo con un pezzo sul perché le donne abbiano la Sindrome del nido.


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it