Le notizie che ogni giorno leggiamo o ascoltiamo non sono purtroppo sempre positive, anzi spesso è il contrario.

Ecco perché una storia, anche banale, di un bel gesto richiede di essere raccontata. Ed è ciò che ci piace di più fare.

A raccontarla è una mamma.

Il gesto gentile di uno sconosciuto commuove una mamma

Lei si chiama Erin Bennet e ha voluto condividere ciò che le ha accaduto su Facebook. Ecco il suo racconto tradotto per voi:

gesto gentilePer l’uomo fila dietro di me da Target a Gainesville, che ha visto che dopo aver raggiunto il mio limite di budget per i generi alimentari ho deciso di posare la mia candela speziata alla zucca e il trucco che avevo scelto,

Non sapevi che ho sempre tenuto la mie cose per ultime e di solito finisco per posarle

Non sapevi che i due figli piccoli che stavano con me erano solo due di quattro.

Non sapevi che soffro di depressione postpartum da quando ho avuto l’ultima bambina e che uso il profumo come un modo per migliorare il mio stato d’animo.

Non sapevi che questa settimana è stata piena di bambini malati, conferenze di insegnanti genitori, visite di emergenza e ho aspettato tanto di accendere quella candela al tramonto e prendermi solo un minuto per rilassarmi.

Anche senza conoscermi, mi hai visto. Mi hai visto come essere umano, non solo come la mamma davanti a te che è stata distratta ed è andata troppo lenta. Mi hai sentito dire che mi avrei voluto posare gli oggetti e tu hai detto che li avresti presi. Non hai accettato un no come risposta. Mi hai detto che me li meritavo quando ho cominciato a crollare.

Tu, signore, sei il bene nel mondo. Tu hai illuminato la mia giornata, probabilmente la mia settimana, e lo ricambierò. Grazie mille per il tuo cuore gentile e le tue parole.

** Sentitevi liberi di condividere con la speranza che lui veda questo e che le persone ricordino che i gesti gentili vanno molto lontano. “

Questa mamma intervistata da People, dopo che il suo post è andato virale, ha raccontato: “Passo sempre nella sezione bellezza e prendo qualcosa sperando che ho sufficiente budget e che i coupon mi diano quel poco in più per prendere qualcosa per me.  Ma normalmente finisco per posare tutto.” Ma non quel giorno, grazie a un perfetto sconosciuto. La mamma racconta poi che con le lacrime agli occhi ha detto all’uomo: “Ti voglio dare un abbraccio appiccicoso da bambino, va bene?” e con il bambino legato al petto lo ha abbracciato ed è andata via, felice.

E voi unimamme, che ne pensate? Vi ha toccato il racconto di questa mamma? Avete anche voi gesti inaspettati da sconosciuti da raccontare?