iscrizioni a scuola
Mamma e figlia al computer (iStock)

Al via le iscrizioni a scuola per l’anno 2019/2020: aperta la procedura online, ci sarà tempo fino al 31 gennaio 2019.

Con il rientro dalle vacanze di Natale, si è aperta lunedì 7 gennaio la procedura online per le iscrizioni all’anno scolastico 2019/2020 degli studenti che dovranno frequentare la prima classe della scuola primaria e della secondaria di I e II grado. I genitori avranno tempo per le iscrizioni dei figli fino al prossimo 31 gennaio. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Iscrizioni a scuola per l’anno 2019/2020: la procedura online

Con il nuovo anno sono partite le iscrizioni a scuola per l’anno 2019/2020. La procedura online è obbligatoria per l’iscrizione alle prime classi di tutte le scuole statali, ovvero per i bambini e ragazzi che iniziano la scuola primaria e la scuola secondaria di I e II grado (scuola media e scuola superiore). Le iscrizioni online si sono aperte alle 8.00 di mattina di lunedì 7 gennaio e si potranno effettuare fino alle ore 20.00 di giovedì 31 gennaio 2019.

Le iscrizioni online riguardano anche i corsi di istruzione e formazione dei Centri di formazione professionale regionali, CFP, nelle Regioni che hanno aderito.

Invece, per le scuole paritarie, la partecipazione alla procedura di iscrizione online è facoltativa. L’iscrizione per via telematica è possibile per quelle scuole che hanno scelto di aderirvi.

Per le scuole d’infanzia la procedura di iscrizione resta cartacea. Inoltre, la procedura online non si applica alle scuole della Valle d’Aosta e delle Province autonome di Trento e Bolzano.

Per iscrivere i figli alla nuova scuola che dovranno frequentare nell’anno scolastico 2019/2020, i genitori dovranno compilare l’apposito modulo online. I genitori dovranno andare sul porta del Miur www.iscrizioni.istruzione.it e qui registrarsi, cliccando sul pulsante “registrati“, per poter accedere alla procedura telematica. Chi ha già un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o credenziali di accesso ad altri servizi del Miur può accedere al servizio “Iscrizioni online” utilizzando queste credenziali. Chi si è già registrato lo scorso anno non deve farlo di nuovo, sarà sufficiente utilizzare le credenziali di cui si è già in possesso (Id o nome utente e password).

Per la registrazione sul portale il genitore deve avere un indirizzo di posta elettronica e un documento a portata di mano. La procedura si svolge in due fasi:

  1. ottenere le credenziali di accesso al sistema: user name (nome utente) e password
  2. completare l’abilitazione al servizio “iscrizioni online”

Dopo aver completato la registrazione, inserendo nell’apposita scheda i dati richiesti (dati anagrafici, indirizzo email). L’utente riceverà una e-mail dal sistema all’indirizzo fornito e qui dovrà cliccare sul link che appare nel testo per confermare la registrazione. A questo punto l’utente riceverà una seconda e-mail con le credenziali (nome utente e password) per accedere al servizio del Miur “Iscrizioni online”. Sempre sul sito www.iscrizioni.istruzione.it l’utente dovrà cliccare sul pulsante verde con la scritta “Accedi al servizio”, in alto a destra sulla pagina principale del sito. L’utente dovrà inserire le sue credenziali per entrare nel portale e al primo accesso dovrà confermare o completare i dati della registrazione per l’abilitazione al servizio. Al primo accesso verrà chiesto all’utente di cambiare la password che gli è stata inviata via e-mail, per ragioni di sicurezza, utilizzando una password a propria scelta, che deve essere tuttavia di almeno 8 caratteri alfanumerici (con almeno un numero, una lettera maiuscola e una minuscola). In caso di smarrimento delle credenziali si può effettuare il recupero sulla pagina di Log-in e si riceverà una nuova e-mail con altre credenziali.

Chi ha più figli non deve registrarsi più volte, un unico profilo è sufficiente per l’iscrizione di tutti i figli nelle scuole scelte.

Il video del Miur che illustra come effettuare la registrazione sul portale

Per effettuare l’iscrizione a scuola dei vostri figli sul portale www.iscrizioni.istruzione.it dovete accedere al servizio, come spiegato sopra, e una volta completata l’abilitazione dovete cliccare su “presenta una nuova domanda di iscrizione”. Il sistema quindi chiede all’utente di scegliere in ordine di priorità le scuole (o i Centri di formazione professionale) a cui indirizzare la domanda, indicando il loro codice identificativo (i codici sono disponibili sul sito www.istruzione.it, alla voce “Scuola in Chiaro” o si possono chiedere alle scuole stesse). La domanda di iscrizione verrà inviata alla prima scuola scelta, le altre scuole indicate come seconda e terza scelta verranno coinvolte, una dopo l’altra, solo nel caso in cui la prima non abbia disponibilità di posti.

Per la scelta della scuola preferita non c’è bisogno di correre, perché non conta chi si iscrive prima. Quindi, in caso di posti non sufficienti in una scuola, oltre ai criteri di precedenza stabiliti dalla stessa scuola, si può procedere, eventualmente, con l’estrazione a sorte, che tuttavia è l’opzione estrema. Importante, invece, è indicare tutte le preferenze possibili, così se la prima scuola scelta non avesse posti disponibili i vostri figli saranno iscritti alla seconda o terza scuola scelte.

Nella procedura di iscrizione online, una volta inserito il codice identificativo della scuola, il sistema guiderà nella compilazione del modulo di iscrizione. Importante è fornire tutti i dati richiesti, anche in vista di possibili requisiti di precedenza. La domanda di iscrizione può essere completata in tempi diversi, con pause, salvando le informazioni fino a quel momento inserite senza inoltrare la domanda. Dopo aver completato a domanda di iscrizione, la si può visualizzare, salvarla in pdf e controllarla in tutte le sue parti per eventuali correzioni. Una volta controllati i dati inseriti nella domanda di iscrizione la si può inoltrare cliccando su “Conferma invio del modulo”. Una volta inviata la domanda, la si può modificare solo contattando direttamente la prima scuola scelta, che la restituirà per le correzioni. Qualunque modifica, tuttavia, deve avvenire entro la data di scadenza delle iscrizioni (31 gennaio). Dopo l’invio della domanda l’utente una schermata confermerà che l’inoltro è avvenuto con successo e all’utente sarà inviata la ricevuta anche via mail. È importante conservare la ricevuta, per i contatti con la scuola. Ogni informazione sullo stato di lavorazione della domanda di iscrizione a scuola, fino alla sua accettazione finale sarà inviata all’utente sempre via mail. Sarà la scuola a dare notizia dell’accettazione della domanda, entro giugno, ma di solito prima. Le domande sono accolte entro il limite massimo dei posti complessivamente disponibili in ogni singolo istituto. Ogni dirigente scolastico individua il numero massimo di iscrizioni che potranno essere accolte, in base alle risorse di organico, al numero e alla capienza delle aule disponibili. Quindi, ciascuna scuola definisce in anticipo i criteri di precedenza nell’ammissione mediante delibera del Consiglio di istituto e che provvede a pubblicare prima dell’avvio della procedura di iscrizione, con affissione all’albo, pubblicazione sul sito web della scuola e, per le iscrizioni online, nell’apposita sezione del modulo di iscrizione personalizzato dalla scuola. Un criterio di preferenza è quello della vicinanza della residenza dell’alunno alla scuola. Un altro è “costituito da particolari impegni lavorativi dei genitori”. Il fatto che entrambi i genitori lavorino e che il loro lavoro li impegni molto può rappresentare un “ragionevole” criterio di precedenza della domanda di iscrizione.

Come si presenta la domanda di iscrizione

Iscrizioni a scuola anno 2019/2020: le domande per ciascun ordine

Per iscrivere i figli a scuola, le famiglie dovranno prima di tutto individuare l’istituto di interesse. A questo scopo hanno il portale “Scuola in Chiaro, che raccoglie i profili di tutti gli istituti e permette di avere anche le informazioni utili su ciascuna scuola: l’organizzazione del curricolo e quella oraria e i Rav o rapporti di autovalutazione che spiegano i dettagli dei servizi offerti dalle scuole, gli esiti degli studenti nei precedenti anni scolastici, i risultati a distanza (università e mondo del lavoro).

Scuola dell’infanzia

La domanda di iscrizione è cartacea e va presentata direttamente all’istituto scelto. Si possono iscrivere alle scuole dell’infanzia i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 31 dicembre 2019, che hanno la precedenza rispetto agli altri. Possono poi essere iscritti anche i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 30 aprile 2020. I genitori possono scegliere tra tempo normale (40 ore settimanali), ridotto (25 ore), oppure esteso fino a 50 ore.

Scuola primaria

La domanda di iscrizione va presentata con la procedura online. I genitori possono iscrivere alla prima classe i bambini che compiono sei anni di età entro il 31 dicembre 2019. Possono essere iscritti anche i bambini che compiono sei anni dopo il 31 dicembre 2019 e comunque entro il 30 aprile 2020. Non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l’iscrizione alla prima classe della primaria di bambini che compiono i sei anni successivamente al 30 aprile 2020. I genitori, al momento della compilazione delle domande on line, esprimono le proprie preferenze rispetto alle possibili tipologie di orario settimanale, che può essere di 24, 27, o fino a 30 ore, oppure 40 ore (tempo pieno). In subordine rispetto alla scuola che rappresenta la loro prima scelta, i genitori possono indicare un massimo di altre due scuole di proprio gradimento. Il sistema on line comunica di aver inoltrato la domanda di iscrizione verso le scuole indicate come seconda o terza opzione, nel caso in cui non vi sia disponibilità di posti nella scuola di prima scelta.

Scuola secondaria di I grado (media)

Al momento dell’iscrizione online, i genitori esprimono le proprie preferenze rispetto alle possibili articolazioni dell’orario settimanale che può essere di 30 oppure 36 ore, che può estendersi fino a 40 (tempo prolungato), in presenza di servizi e strutture idonee. In subordine alla scuola che costituisce la prima scelta, è possibile indicare fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento. Per l’iscrizione alle prime classi a indirizzo musicale, i genitori devono barrare l’apposita casella del modulo di domanda online. Le istituzioni scolastiche organizzeranno la prova orientativo-attitudinale in tempi utili per consentire ai genitori, nel caso di carenza di posti disponibili, di presentare una nuova istanza di iscrizione, eventualmente anche a un’altra scuola.

Scuola secondaria di II grado (superiore)

Nella domanda di iscrizione online alla prima classe di una scuola secondaria di secondo grado statale, i genitori indicano anche la scelta dell’indirizzo di studio, indicando anche l’eventuale opzione rispetto ai diversi indirizzi attivati dalla scuola. Oltre alla scuola di prima scelta è possibile indicare, in subordine, fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento.
L’iscrizione alle prime classi dei Licei musicali e coreutici è subordinata al superamento di una prova di verifica del possesso di specifiche competenze musicali o coreutiche. La prova è organizzata in tempi utili per consentire ai genitori, nel caso di mancato superamento della prova o di carenza di posti disponibili, di presentare una nuova istanza di iscrizione, eventualmente anche a un’altra scuola.

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha già inviato alle scuole una circolare con tutte le indicazioni utili e le modalità da seguire per le famiglie che devono iscrivere i propri figli. La circolare fornisce informazioni anche sulle iscrizioni di alunni con disabilità, con disturbi specifici di apprendimento e con cittadinanza non italiana. Con riferimento a questi ultimi, inoltre, è consentito effettuare la domanda di iscrizione on line anche per quelli sprovvisti di codice fiscale, grazia da una funzione di sistema che crea un “codice provvisorio”.

Per ulteriori informazioni rimandiamo al sito web del Miur.

Siete pronte unimamme? Conoscete già tutte le informazioni? Avete già iniziato la procedura di iscrizione dei vostri figli?

Ricordiamo anche il progetto del Miur: Psicologi a scuola per promuovere salute e benessere tra gli studenti