Lexi Bergeron,è una bambina di 4° elementare che ha deciso di fare qualcosa per i suoi coetanei in difficoltà.

Il gioco di una bambina aiuta tanti altri piccoli

Dopo aver saputo che i compagni di una scuola vicina non avevano diritto a un pasto caldo a causa dei tagli economici al bilancio, ha subito iniziato a pensare a un modo per intervenire.

“Lei voleva ricambiare. Ha il cuore puro, è impazzita per il video di “Fallo da solo”, ha imparato come fare a realizzare delle cosine e riusare oggetti per fare qualcosa di divertente e carino”.

La piccola Lexi ha pensato di donare il ricavato della vendita (10 dollari) di fidget elastici fatti con le cannucce per finanziare l’acquisto dei pasti per i bambini bisognosi.

La bimba vendeva i suoi fidget a 50 cents o 1 dollaro, a seconda della taglia.

Dopo che Lexi è andata a scuola ho istituito una raccolta fondi su Go Found Me” ha raccontato Sarah, la mamma della bimba “Lexi ci ha messo il cuore e con questo ho visto un’opportunità che cosa può fare una persona per la comunità come può cambiare le cose”.

Sarah sperava di raccogliere giusto un po’ di soldi, circa 50 dollari. Ma non appena istituita la raccolta fondi l’idea ha cominciato a propagarsi sui social network. In un solo giorno hanno raccolto 188 dollari (l’ammontare stimato del debito per il pranzo).

Nel frattempo Sarah ha scoperto l’ammontare del debito dell’intero distretto: 2.200 dollari e ha posto un nuovo obiettivo.

La famiglia è stata contattata anche dai media: Fox News 17 ha chiesto un’intervista.

Sarah ha ammesso: “è molto più di quanto mi aspettassi, è straordinario”.

Su GoFund Me la famiglia ha raggiunto l’obiettivo!

La mamma di Lexi porterà quindi tutto l’ammontare delle donazioni al dipartimento che gestisce il dipartimento di ristorazione.

Tutta questa esperienza ci ha reso più umili. Vedere la nostra comunità unirsi e poi il nostro paese unirsi con lo scopo di nutrire i bambini… amo davvero la mia città natale. Sono grata e sorpresa di poter aiutare in questo modo” ha concluso la mamma su Babble.

Voi cosa ne pensate di questa iniziativa?

Noi vi lasciamo con la storia di un bimbo che ha raccolto fondi per aiutare l’amico in difficoltà.