La voce della mamma ha un ruolo molto potente nello sviluppo del linguaggio del bambino. Quella che prima si riteneva solo una teoria, oggi è invece stata confermata da una ricerca.

La voce della mamma aiuta i bambini a sviluppare il linguaggio

La ricerca è la prima ad essere stata condotta su bambini così piccola: si tratta di una ricerca canadese guidata dalla dottoressa Maryse Lassonde dell’Università di Montreal, in associazione con l’University Hospital Research Centre.

La ricerca si è così svolta:

  • sono stati “studiati” 16 bambini appena nati,
  • nelle 24 ore immediatamente successive al parto, mentre dormivano, degli elettrodi sono stati attaccati alla loro testolina,
  • il primo test è stato quello di registrare la reazione del cervello al suono della voce delle loro madri
  • il secondo test è stato invece quello di registrare la reazione al suono di una voce femminile.

E’ stato quindi scientificamente dimostrato che:

  • quando la madre ha emesso un suono (una A per la precisione), i neonati hanno attivato l’area sinistra del cervello, ossia quella relativa all’apprendimento del linguaggio;
  • quando la stessa operazione è stata ripetuta con un’altra voce femminile, quella di un’infermiera, i neonati hanno invece attivato la parte destra del cervello, quella associata al riconoscimento dei suoni.

Questa ricerca ha inoltre confermato ciò che molti scienziati sostengono, ossia che i neonati avrebbero delle capacità innate relative al linguaggio: ad esempio, quando sentivano il suono A, i bimbi corrucciavano la bocca quasi a volerlo imitare, sebbene non lo avessero mai sentito.

Non c’è niente da dire: i bambini piccoli sono dei geni! E la voce della mamma ha un ruolo essenziale ed importantissimo!

E voi unimamme che ne pensate? Voi parlavate ai vostri bambini nella pancia?