Home Figli Salute I latticini possono aumentare la produzione di muco? Le risposte della scienza

I latticini possono aumentare la produzione di muco? Le risposte della scienza

CONDIVIDI

La credenza che il latte potrebbe aumentare la produzione di muco si è diffusa nei secoli, ma sembra di più che un semplice fatto.

L‘evidenza è molto scarsa per supportare la relazione tra il consumo di latticini e la produzione di muco o di problemi di asma dice Dr. Sonali Bose, assistente professore di medicina polmonare alla Icahn School of Medicine at Mount Sinai a New York.

Il latte può causare problemi di asma? 

In uno studio, i ricercatori hanno infettato 60 australiani con dell’influenza comune e li hanno lasciati vivere nella comunità per 10 giorni.

I partecipanti hanno registrato il loro consumo di latticini e hanno raccolto i loro fazzoletti in borse ermeticamente sigillate per una visione successiva dei ricercatori.

Hanno scoperto che non c’è una relazione tra l’assunzione di prodotti caseari e il peso delle secrezioni nasali,  nonostante i partecipanti potrebbero aver aggiustato il loro consumo di latte a seconda se si sentissero pieni di catarro o no e per le loro credenze sul latte e il muco.

Si tratta infatti di una credenza così radicata che non si possono avere dei risultati alterati. Un esperimento randomizzato ha provato a trovare delle informazioni dall’effetto “nocebo” che ha coinvolto 125 persone nel bere latte vaccino o latte di soia, resi indistinguibili aggiungendo un’aroma di cioccolato e menta. I partecipanti hanno riportato per entrambe le bibite che:

  • la salivazione era aumentata
  • la saliva creava una sorta di strato sulla bocca, sulla gola e sulla lingua
  • nessuna bevanda ha però causato sintomi come tosse, naso che cola, sinusite o difficoltà a respirare

Tuttavia, in particolare per l’asma nei bambini, dimezzare le porzioni di latte potrebbe portare ad un rischio di mancanze nutritive, senza nessuna evidenza di benefici, dice il Dottr. Ran Goldman, pediatra della British Columbia. “Abolire il latte potrebbe esporre i bambini a problemi che possono essere riconducibili alla mancanza di calcio e ad una crescita rallentata“.

Altri studi più piccoli hanno scoperto che non c’è nessuna connessione tra il consumo di latte e la funzione dei polmoni nelle persone affette da asma, ma “gli effetti in certe sotto-popolazioni potrebbero essere stati trascurati in questi studi” ha detto  Dr. Bose said. “Se i miei pazienti sentono che eliminare il latte possa aiutarli, io comunque li supporto”.  

E voi unimamme lo sapevate?
Per la cronaca: in molti siti italiani si cita questa credenza, che deve essere ritenuta tale. Per esempio Vincenzo Calia, pediatra, su Uppa scrive: “l’eliminazione del muco nei bambini che non assumono più latte vaccino sia una semplice coincidenza o forse, più probabilmente, un effetto della crescita di questi bambini, che li ha resi più resistenti e più ricchi di anticorpi”. 
Intanto vi lasciamo con il post che parla di latte vaccino: va vietato oppure no?