Home Mamma & Co. Accade nel mondo Una mamma condivide l’incredibile abilità acquatica di suo figlio di 9 mesi

Una mamma condivide l’incredibile abilità acquatica di suo figlio di 9 mesi

CONDIVIDI

Avete mai pensato di mandare i vostri figli in piscina anche da molto piccoli? Io sinceramente sì, ma poi ho preferito aspettare che le mie figlie esprimano il desiderio di andare in piscina. Ritengo che imparare a nuotare sia fondamentale, sia perché è bellissimo, sia perché così possono affrontare l’acqua senza paura. Se lo sapranno fare, eviteranno incidenti spiacevoli. Per il momento entrambe sembrano non amare molto la piscina, ma spero che possano cambiare presto idea. Io ho imparato da sola con mio papà, nuotando con i braccioli anche andando al largo, e poi ho fatto un corso in piscina. Oggi l’offerta direi che non manca e a giudicare dal bambino che vi andiamo a raccontare, i corsi di acquaticità sono molto utili.

Un bambino di 9 mesi fa delle cose incredibili in acqua 

Una mamma molto orgogliosa  – come riporta il Mirror – ha condiviso l’incredibile momento in cui suo figlio di 9 mesi è stato buttato in piscina con un tuffo di testa ed è riuscito a rimanere a galla senza aiuti. Roxanne Turner, di Perth in Australia, ha postato il video per mostrare l’importanza di insegnare ai bambini le nozioni fondamentali per nuotare sicuri. Suo figlio Max ha avuto 8 settimane di lezioni per 10 minuti al giorno in una piscina.

Il video mostra Max che aiutato dalla madre si tuffa a testa in giù ma dopo un paio di secondi è in grado di girarsi da solo sulla schiena e portare la bocca e il naso fuori dall’acqua per respirare. Però si è diffusa una controversia tra i genitori con qualcuno che ha detto che il video era troppo duro da guardare e da affrontare.

Rozanne Turner, che ha fatto frequentare le lezioni anche a sua figlia, ha detto che il video è stato completamente travisato: “è molto simile all’educazione dei figli. Si usa il rinforzo positivo così che può aiutarlo a nuotare in superficie, così che possa emergere dall’acqua”. 

I bagnini dicono che le lezioni insegnano ai bambini e ai loro genitori ad avere più fiducia nelle capacità dei loro figli.

E voi unimamme cosa ne pensate? Intanto vi lasciamo con il post che parla di un bambino che è andato in piscina ad un giorno di vita.