melanoma in gravidanzaUna mamma scopre di avere un melanoma in gravidanza e decide di condividere la sua storia per informare e prevenire.

Questa mamma ha infatti accettato che la pagina Facebook dell’Ulss 6 Euganea raccontasse la sua storia.

L’Azienda Ulss 6 Euganea raccoglie 103 dei 104 Comuni della provincia di Padova, per un bacino d’utenza complessivo di quasi un milione di abitanti, pari al 20% circa della Regione del Veneto, riporta la pagina Facebook.

Scopre di essere incinta e di avere un melanoma: la sua storia

Questa donna di nome Teresa ha 42 anni, é di Padova e oggi è una mamma felice.

Teresa racconta infatti di aver passato la sua giovinezza esponendosi al sole d’estate senza alcuna protezione e di aver anche fatto molte lampade abbronzanti durante l’inverno: voleva infatti essere scura tutto l’anno.

Oggi però si pente della sua passione per l’abbronzatura e lo fa raccontando ciò che le è successo.

Incinta al terzo mese scoprono un neo sospetto sul fianco destro e dall’esame istologica è risultato essere un melanoma, che già è preoccupante di per sé ma durante la gravidanza il rischio che la situazione si aggravi aumenta, spiegano quelli della Ulss. Inoltre il rischio è anche per la gravidanza.

LEGGI ANCHE ---> MELANOMA: IL TUMORE DELLA PELLE E' IN AUMENTO

Fortunatamente e grazie ai medici, Teresa si cura all’Istituto Oncologico Veneto e porta a termine la gravidanza “con estrema forza e fiducia“. Nasce infatti Diletta, la figlia che oggi ha 2 anni.

L’appello di questa donna guarita dal melanoma in gravidanza

Ecco quindi l’appello di questa mamma che abbiamo deciso di condividere perché conosciamo bene le conseguenze di un’esposizione sbagliata ai raggi solari.

Non posso che invitare alla prevenzione, a tenersi sempre sotto controllo. Io ho scoperto per caso di essere malata. Una mia amica che lavora vicino alla sede della LILT, la Lega Italiana per la Lotta ai Tumori, mi ha convinto a fare una visita ai nei. Non ero mai andata, non avevo sintomi ma ho pensato che era cosa buona e giusta. Lì mi hanno trovato questo neo sospetto, consigliando di toglierlo“.

Ho la carnagione scura. Dicono che le pelli scure sono meno soggette a malattia, invece no. La mia storia lo dimostra… per fortuna mi è andata bene“.

E voi unimamme cosa ne pensate di questa testimonianza raccolta dalla Ulss? Vi siete sempre protette? Vi controllate? State attente all’esposizioni dei vostri figli?