mamma soffoca il figlio
fonte: Daily Mail

Una mamma ha soffocato il figlio di pochi mesi con il suo corpo.

Marina Tilby è una donna di 26 anni che è stata condannata a 2 anni e 4 mesi per avere ucciso il figlio neonato.

neonato ucciso dalla mamma: la storia

Il caso risale a 2 anni fa, la tragedia infatti si è compiuta nelle prime ore del 31 marzo del 2017.

Quella sera Marina, mamma di un bimbo di 4 settimane, e sua sorella si erano recate in un locale: Sea Horse Inn in a New Quay nel Galles dell’Ovest.

La donna aveva portato con sé il figlio neonato e si era poi appartata in un caravan con due uomini fino a crollare addormentata dopo aver bevuto ingenti quantità di alcol.

Marina si era addormentata però sopra il figlio neonato, il piccolo, durante la notte, ha avuto un attacco di cuore.

Ad accorgersi è stata la sorella di Marina, quando è entrata nella stanza dove dormiva Marina ha visto cosa era successo, ha spostato la madre ancora incosciente e ha notato che dal naso del nipote usciva sangue.

Marina però era così ubriaca che non si è svegliata per un’ora e mezza mentre la sorella chiamava i soccorsi e il piccolo veniva trasportato in ospedale dove è morto poco più tardi.

Il procuratore Catherine Richards ha dichiarato che Marina era così ubriaca da non accorgersi di essersi addormentata sul figlio. L’autopsia però non ha potuto accertare che sia stato questo e non la Sids ad uccidere il neonato.

L’avvocato della difesa ha dichiarato: il rimorso per l’assenza del bambino la perseguiterà per il resto della vita”.

Sempre l’avvocato ha aggiunto che da quando è avvenuta la tragedia la mamma soffre di depressione.

Il giudice Paul Thomas che l’ha condannata ha definito quanto successo: “un orribile caso di egoismo materno” e ha criticato Marina per il suo comportamento negligente.

Il giudice ha sottolineato che Marina ha mancato completamente il compito materno di proteggere il figlio e che non si saprà mai se magari i dottori avrebbero potuto salvare il figlio se solo lei si fosse svegliata prima.

Il giudice ha detto: “è il compito di una madre e il suo istinto naturale quello di mettere la cura e la sicurezza di suo figlio di 4 settimane sopra ogni cosa. Lei ha completamente ignorato quel compito per ubriacarsi e divertirsi“.

Unimamme, cosa ne pensate di quanto successo e raccontato sul Daily Mail?

leggi anche > Morte in culla: le regole base che molti genitori ignorano