matrimonio litigioso

Un matrimonio danneggia la salute, lo dice la scienza. I litigi frequente fanno male.

L’amore non è bello se non è litigarello” è il titolo di una vecchia canzone e un motto divenuto molto popolare che ora, tuttavia, viene messo in discussione dalla scienza. In questo caso si tratta di matrimonio e i ricercatori hanno scoperto che in presenza di troppi contrasti e litigi alla lunga a risentirne è la salute.

Insomma, se le persone sposate, si dice, sono più felici di altre, un matrimonio litigioso può danneggiare la salute. A sostenerlo è uno studio scientifico.

Un matrimonio litigioso fa male alla salute

Una ricerca condotta dagli psicologi delle università del Nevada e del Michigan ha scoperto quello che forse già in molti avevano intuito, ovvero che un matrimonio litigioso fa male alla salute. Ora ci sono i numeri della scienza a confermarlo.

Una vita matrimoniale piena di tensioni e litigi continui può avere un impatto molto negativo sulla salute dei coniugi.

I ricercatori hanno preso in esame 373 coppie eterosessuali oltre i 16 anni di matrimonio per accertare se i conflitti su più argomenti, come i figli, i soldi, i suoceri e il tempo libero, avessero conseguenze negative per la salute. Quindi hanno paragonato la salute di mogli e mariti che hanno segnalato un maggior numero di conflitti a quella di coloro che ne hanno avuti meno.

I risultati preliminari dello studio sono stati presentati alla conferenza della International Association for Relationship Research che si è tenuta in Colorado al 12 al 18 luglio 2018.

Le coppie esaminate sono state sottoposte ad una serie di domande sulla loro salute, per valutarne lo stato complessivo. Ai coniugi è stato chiesto se la loro salute avesse interferito con il loro lavoro, se fossero abbastanza in salute per fare le cose che desideravano fare, se avessero problemi a dormire, se fossero infastiditi da nervosismo, sentimenti di irrequietezza e se soffrissero di mal di testa.

I ricercatori hanno scoperto che i conflitti nel matrimonio avevano influenzato negativamente sia i mariti che le mogli, sebbene l’impatto delle liti fosse maggiore sugli uomini che nelle donne. Invece le coppie che andavano maggiormente d’accordo avevano benefici maggiori sulla salute all’inizio della relazione, ma questo effetto protettivo svaniva negli ultimi anni di matrimonio.

I contrasti nella relazione possono scatenare reazioni dannose per l’organismo, come

  • infiammazioni,
  • modifiche all’appetito
  • e soprattutto la produzione di ormoni dello stress.

Tutti questi fattori negativi possono influenzare numerosi aspetti della salute, che vanno dalla funzione cardiaca al sistema immunitario, come hanno dimostrato ricerche recenti.

Diversi studi ci hanno riferitodegli effetti positivi del matrimonio sulla salute delle persone. Le persone sposate, infatti, vivrebbero più a lungo e più in salute di coloro che sono divorziati, vedovi o che non si sono mai sposati. Le persone sposate hanno un maggior benessere psicologico, meno probabilità di ammalarsi e guariscono più velocemente quando si ammalano.

I risultati dello studio delle università del Nevada e del Michigan, tuttavia, potrebbero mettere in dubbio il convincimento che il matrimonio sia sempre una buona cosa quando si tratta di salute e benessere dei coniugi. “Affrontare una grande quantità di conflitti in una relazione è molto dannoso per la salute, così come lo sono le abitudini negative come fumare e bere alcol”. Ha spiegato Rosie Shrout, la ricercatrice che ha presentato lo studio.

Non è tanto l’atto in sé del matrimonio o dello sposarsi che fa bene alla salute, bensì quanto i coniugi fanno l’uno per l’altro durante il matrimonio.

Lo studio ha esaminato anche il numero dei conflitti coniugali e l’impatto che avevano avuto sulla salute di mogli e mariti individualmente. Mentre per le mogli il numero di litigi non era correlato al loro stato di salute, nei mariti il calo della salute era determinato dal numero di questioni di disaccordo.

Shrout ha spiegato che “il conflitto può essere particolarmente dannoso per la salute se i coniugi sono ostili o sulla difensiva durante le discussioni o se litigano sullo stesso argomento di continuo senza trovare alcuna soluzione“.

Altri ricercatori che non hanno preso parte a questo studio ricordano come le risposte dell’organismo alle tensioni nel rapporto tra coniugi, come un aumento nella produzione di ormoni dello stress, infiammazioni, reazioni del sistema immunitario, possono causare danni a lungo termine alla salute. Ovviamente non sono i singoli litigi in un rapporto ad essere dannosi, ma i contrasti continui per molti anni finiscono per presentare il conto.

I coniugi devono imparare a comunicare meglio tra loro, per ridurre le tensioni e proteggere la salute.

Questo studio è stato spiegato dal quotidiano britannico Guardian.

Voi unimamme che ne pensate? Siete d’accordo con i ricercatori americani?