Home Figli Salute Melatonina per bambini: funziona per dormire? Effetti e controindicazioni

Melatonina per bambini: funziona per dormire? Effetti e controindicazioni

CONDIVIDI

Melatonina per bambini

La melatonina per bambini è un valido aiuto per la regolazione del ritmo sonno-veglia, ma bisogna somministrarla solo dopo aver valutato attentamente effetti, utilizzo e controindicazioni.

Se stai valutando se acquistare della melatonina per bambini, ci sono alcune cose che dovresti sapere per poter fare la tua scelta con sicurezza e serenità. Se infatti la melatonina si rivela un ottimo alleato per l’insonnia e per i disturbi legati al sonno degli adulti dovuti a stress, jet-lag o cambiamenti stagionali, quando si tratta dei più piccoli anche un integratore apparentemente innocuo e “naturale” non va somministrato senza valutarne attentamenti effetti e controindicazioni.

Cos’è la melatonina

Cominciamo col dire che la melatonina è un ormone prodotto da una ghiandola posta alla base del cervello (ghiandola pineale o epifisi) particolarmente importante per la gestione di alcune funzioni fisiologiche tra cui la regolazione del ritmo sonno-veglia. La quantità di melatonina prodotta dal nostro organismo dipende da un fattore esterno, e cioè dalla luce solare perché viene secreta in base agli stimoli luminosi ricevuti percepiti dalla retina. L’assenza di luce spinge il nostro corpo a sintetizzare melatonina aumentandone la concentrazione nel sangue, favorendo un rilassamento genereale e quindi il riposo. La secrezione di melatonina aumenta progressivamente nelle ore serali raggiungendo il culmine tra le 2 e le 4 del mattino per poi scendere al minimo al risveglio e rimanendo molto bassa durante il giorno permettendoci di rimanere svegli e attivi. Nei primi 3 anni di vita la produzione di melatonina è molto bassa, e aumenta con l’avanzare degli anni fino a raggiungere un picco attorno ai 7 anni per poi tornare a decrescere lentamente; dopo i 45 anni la produzione dell’ormone cala più drasticamente raggiungendo livelli molto bassi in tarda età. Per questo nei più piccoli e negli anziani i disturbi legati al sonno sono molto frequenti.

Formati e dosaggi

Se e quando non viene prodotta nella giusta quantità (o al momento giusto) dall’organismo, la melatonina si può introdurre sotto forma di integratore o farmaco. La si può acquistare in compresse, sotto forma di sciroppo, come tisana e la si trova anche in versione spray. Di solito la melatonina per bambini viene venduta in gocce per facilitarne l’assunzione.

In farmacia la melatonina pura è disponibile in due formulazioni:

  • melatonina farmaceutica da 2mg, un vero e proprio farmaco per il quale è necessario essere muniti di ricetta del medico;
  • da 1mg, un prodotto da banco venduto anche in erboristeria.

Il dosaggio della melatonina per bambini o adulti è sempre illustrato nel bugiardino del prodotto, e nel caso dei più piccoli viene indicato anche dal pediatra a seconda dei casi. In ogni caso, pur trattandosi di un prodotto “naturale”, è fondamentale attenersi ai dosaggi consigliati e non improvvisare o “andare a occhio”. Soprattutto quando si parla di melatonina per bambini.

Esistono anche formulazioni a lento rilascio, da preferire a quella classica – che favorisce l’addormentamento ma non è utile in caso di continui risvegli notturni – che consentono il mantenimento di adeguati livelli di melatonina durante tutta la notte.

La melatonina per bambini funziona?

Circa il 35-40% dei bambini italiani soffre di disturbi legati al sonno. Un disturbo dunque comune anche se non totalmente innocuo. Dormire bene per i bambini è molto importante perché è proprio durante la fase di sonno profondo che viene prodotta la somatotropina, ovvero l’ormone della crescita, essenziale al  corretto sviluppo fisico e cognitivo del piccolo.

Per questo sempre più spesso le mamme si interessano alla melatonina per bambini, tra gli integratori per il sonno più prescritti da pediatri e neuropsichiatri. Negli USA, in particolare, la melatonina per bambini è nettamente preferita ad altri integratori come valeriana e passiflora e a rimedi alternativi per conciliare il sonno.

Ma la domanda sorge spontanea: la melatonina per bambini funziona? E soprattutto: ha delle controindicazioni?

Gli effetti benefici della melatonina per bambini si notano soprattutto in pazienti le cui difficoltà nel dormire siano dovute a sindromi o disturbi particolari (iperattività, deficit di attenzione, autismo, malattie del sistema nervoso centrale, ritardi mentali, paralisi cerebrali, ecc). In questi casi è facile che il medico prescriva la melatonina sia in versione integratore che in versione farmaco. Nel caso di soggetti sani, invece, il pediatra tende a valutare più attentamente la situazione, cercando di stabilire se la situazione richieda davvero un aiuto “esterno”. Il più delle volte, infatti, per favorire il sonno del bambino, dalla nanna notturna al pisolino pomeridiano, basta stabilire una corretta igiene del sonno, fatta di rituali precisi, da ripetere ogni sera nello stesso modo, in un ambiente privo di stimoli eccessivi all’insegna della calma e della serenità, non solo del bambino ma anche e soprattutto del genitore incaricato di metterlo a nanna.

Melatonina bambini

Melatonina: controindicazioni

Il fatto che la melatonina sia una sostanza naturalmente prodotta dall’organismo non la rende automaticamente sicura e adatta a tutti. Anche la melatonina per bambini (e quindi a basso dosaggio) può avere controindicazioni. Gli effetti collaterali della melatonina in genere sono mal di testa, vertigini, problemi di pressione, diabete, tachicardia, coagulazione del sangue e sonnolenza anche durante il giorno.

Un po’ meno frequenti ma comunque presenti tra gli effetti collaterali riscontrati nei pazienti che assumono melonina anche ipertensione, debolezza, disturbi del movimento, infiammazioni curanee, variazioni dell’umore, crampi notturni e reazioni allergiche.

In particolare, la melatonina per bambini potrebbe causare a questi ultimi effetti negativi sugli apparati cardiovascolari, immunitari, metabolici e riproduttivi, che nei più piccoli sono ancora in corso di sviluppo.

Il problema è che non sono ancora stati condotti studi sugli effetti a lungo termine della melatonina sui bambini, per questo il consiglio dei pediatri che la prescrivono è di somministrarla solo per brevi periodi. Un problema che invece NON si corre assumendo melatonina, come invece accade con i comuni ipnotici, è che possa dare assuefazione o che, nel tempo, la sua efficacia si riduca.

Prezzi: quanto costa la melatonina?

Il prezzo della melatonina per bambini è solitamente molto abbordabile. Il consiglio è di acquistare melatonina pura, non mischiata insieme ad altri ingredienti. I prezzi vanno dai 7 ai 15 euro a confezione, e considerando che il trattamento deve essere di breve durata sono davvero alla portata di tutti.


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it