Una storia d’amore e di disperazione quella che viene da Napoli, dove una mamma ha lasciato nello sconforto più totale il reparto di ostetricia del San Giovanni.

Si è recata all‘Ospedale San Giovanni di Dio per partorire suo figlio, come una mamma qualsiasi. Ma poche ore dopo la nascita del suo piccolo, una 22enne di Frattamaggiore ha chiesto alle ostetriche del reparto di essere dimessa. Senza il bambino.

Una triste storia quella che ci arriva dal napoletano. Protagonista una giovane neo mamma che, dopo una turbolenta relazione con un uomo polacco residente in Svizzera (che, a quanto sostiene la donna, non sa nulla del bambino), è rimasta incinta e ha deciso di portare a termine la gravidanza ma di non tenere suo figlio.

Il bambino, come detta la legge, rimarrà ancora per qualche giorno in reparto per poi passare nelle mani dei servizi sociali. Inutili sono stati i tentativi di convincere la donna a non abbandonare suo figlio: la 22enne non ha voluto sentir ragioni e si è avvalsa del diritto di rinunciare al suo bambino. Una scelta sicuramente difficile da prendere, ma anche la più giusta, se si considera la tendenza ancora troppo diffusa a partorire di nascosto e gettare neonati nella spazzatura, o addirittura dalla finestra, come accadde lo scorso anno ad un neonato di Settimo Torinese.

LEGGI ANCHE: Bambina di 16 giorni abbandonata trovata viva in una scatola di cartone

Questa giovane donna ha deciso di non tenere con sé il suo piccolo, ma ha voluto che lui nascesse in un luogo sicuro e passasse il resto del sua vita con qualcuno che potrà amarlo davvero.

Che ne pensate Unimamme?