neonata salva dopo un incidente

Una neonata è miracolosamente sopravvissuta dopo un brutto incidente.

Una mamma alla 39° settimana, che viaggiava su un camion che trasportava assi di legno, ha avuto un bruttissimo incidente.

Il conducente ha perso il controllo e si è capovolto su un’autostrada vicino a Cajati, tra San Paolo e Curitiba, a Sud del Brasile.

Per effetto dell’urto la mamma è stata sbalzata fuori dal sedile ed è stata seppellita dalle assi di legno.

La figlia della donna, deceduta, è stata trovata a pochi metri dal corpo ormai esanime della mamma. La neonata non aveva ferite e il cordone ombelicale si è reciso durante l’incidente.

La piccina è stata poi trasferita al Pariquera-Acu, in terapia intensiva.

Dal momento che la mamma non aveva con sè documenti ora polizia e servizi sociali stanno cercando eventuali parenti del bimbo.

Se non se ne troveranno la piccola finirà in orfanotrofio.

Elton Fernando Barbosa, paramedico intervenuto nel luogo del disastro, ha commentato che l’incidente è stato molto grave.

Sono andato a cercare la vittima sotto alla legna quando ho sentito il pianto di un bambino, non avevano segnalato una terza vittima”.

L’uomo ha chiamato subito un’ambulanza per portare via la piccola.

Il feto è stato letteralmente espulso dall’impatto della mamma. L’impatto è stato così grande da aprire la pancia della mamma e la bimba è stata espulsa, è stato un atto incredibilmente raro”.

Secondo lui è stato un miracolo che la bimba sia sopravvissuta.

Barabosa ha commentato: “Sarò onesto, è stato Dio. Per quello che ho visto non ho idea di come abbia fatto ad uscirne viva. La mamma era sotto diverse tavole di legno. Non so come questa bambina ne sia uscita viva”.

L’autista, Jonathan Ferreirdela, è stato accusato di omicidio colposo.

Ha detto di non conoscere la donna e di averle solo dato un passaggio.

Solange Batista, infermiera dell’ospedale dove è ricoverata la bimba ha commentato: “è una bimba molto calma, sorride se si gioca con lei”. In ospedale le è stato dato come nome Giovanna, che significa “protetta da Dio”. 

Unimamme, cosa ne pensate di questa vicenda di cui si parla sul Daily Mail?

Noi vi lasciamo con l’appello di una mamma per la sicurezza dei bambini in auto.