Nello Stato di New York è stato approvato un testo di legge che consente alle donne di abortire oltre le 24 settimane, ma solo a determinate condizioni


Ultimamente molti siti pro file stanno riportando la notizia secondo cui lo Stato di New York consentirebbe a tutte le donne di abortire fino all’ultimo giorno di gravidanza, suscitando notevoli polemiche. .

Le cose però non stanno così. Il testo di legge che è stato approvato è comparso nel 2006 ma è rimasto in sospeso per tutti questi anni.

La legge che è stata approvata qualche giorno fa estende, oltre il precedente limite che era fissato a 24 settimane, il diritto di usifruire dell’aborto terapeutico in caso di gravi rischi per la donna o in caso di assenza di vitalità fetale.

NewYork era stato uno dei primissimi Stati americani a depenalizzare l’aborto con la sentenza Roe v. Wade del 1970.

Ecco dunque cosa prevede il Reproductive Health Care:

  • cancella il reato di aborto dal codice penale
  • permette non solo ai medici, ma a qualsiasi operatore sanitario autorizzato di praticare l’aborto
  • estende la possibilità di ricorrere all’aborto terapeutico nei casi gravi e comprovati oltre la 24° settimana di gestazione

Infine, lo Stato di New York ha deciso di approvare questo disegno di legge per continuare a salvaguardare il diritto all’aborto di tutte le donne qualcora la Corte Suprema degli Stati Uniti dovesse rovesciare la storica sentenza Roe v. Wade che protegge il diritto all’aborto.

Ci sono inoltre altri 9 Stati che hanno approvato disegni di legge simili.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questo cambiamento di sui si parla su Ap news?

Noi vi lasciamo con l’Irlanda che di recente ha detto sì all’aborto.