bambina in un lago 1Un uomo ha getto la figlia neonata in un lago.

Lunedì mattina Jonathon Zicarelli, un padre di 28 anni, si è recato alla stazione di polizia di Greenwood denunciando di aver gettato  la figlia in un lago.

L’uomo ha aggiunto che erano 24 ore che pensava al gesto perché era stressato a causa delle festività natalizie e pensava di rendere le cose più facili per sua moglie.

Immediatamente due agenti si sono precipitati a cercare la bambina, una piccina di appena 6 mesi.

I poliziotti hanno trovato la piccola che galleggiava sul dorso nell’acqua gelida. “Sembrava una bambola di porcellana” ha riferito il capo Greg Hallgrimson.

Gli uomini l’hanno subito soccorsa praticandole la rianimazione cardio polmonare.

Poi le hanno tolto i vestiti bagnati e l’hanno avvolta in una coperta.

Secondo la polizia la neonata è rimasta sott’acqua per 5 o 7 minuti, hanno aggiunto che aveva dell’erba in bocca, fango negli occhi e acqua nei polmoni.

La neonata è stata subito portata in ospedale dove le è stata riscontrata una grave ipotermia. Pare che ora sia in buone condizioni.

Secondo i poliziotti è un miracolo che la piccola sia ancora viva.

Ora il suo papà è accusato di violenza domestica , la sua cauzione ammonta a 50 mila dollari.

Zicarelli ha descritto agli agenti come si fosse recato presso il lago tre volte per accertarsi che la figlia potesse annegare.

Poi ha descritto come l’aveva messa in acqua e guardata affondare.

Unimamme, per fortuna la bimba è salva e si sta riprendendo.

Cosa ne pensate di questa storia di cui si parla sul Daily Mail?

Noi vi lasciamo con la storia della bimba nata morta e tornata a vivere.