“Perché il bambino piange?”: il vero motivo secondo un’ostetrica

Il bambino piange ma a volte non si capisce perché. Ecco cosa ha scoperto un’ostetrica sul vero significato dei pianti dei neonati.

Perché i bambini piangono? Ah, a saperlo! Quante volte mi sono ritrovata con Paola e Vittoria cambiate, pulite, nutrite e urlanti? Bisogna dire che i bimbi piccoli non sanno parlare, per cui il piano è il loro modo di comunicare.

L’ostetrica  Cath Curtin è riuscita a decodificare il pianto del bambino e ha rivelato che cosa veramente cerchino di dire. 

Cosa vogliono dire i bambini attraverso il pianto

Prima di tutto i bambini non piangono perché hanno il pannolino sporco:un bambino non è così preoccupato per il pannolino pieno di pipì o di cacca. Non hanno la capacità di dire “Ho un pannolino sporco così adesso piango. Non è sconvolgente per loro”. 

Invece, nonostante si cambino i pannolini diverse volte al giorno, probabilmente stiamo facendo troppo: “Probabilmente eccediamo. Tendiamo a cambiare il pannolino ogni volta che piangono” aggiunge. 

Un altro motivo da eliminare dalla lista è la stanchezza: i bambini non piangono perché sono stanchi. “E’ perché quando i neonati si sentono stanchi, i loro corpi si prendono cura di questo e si addormentano naturalmente. Cosa li disturba è che sono affamati e non sono vicino a noi, così non possono sentire il nostro odore” dice Cath.

In sostanza l’unico motivo per cui piangerebbero è il fatto che vogliono essere allattati: “mettetevi in testa che non state allattando troppo. E’ facile. Sedetevi e allattate. Metteteli vicini, avvolgeteli e portateli al seno“.

Avete capito unimamme? Il pianto secondo quanto dichiarato su Mamamia da questa ostetrica è solo un modo per dire “ho fameeeee”. Che ne pensate?

Intanto vi lasciamo con il post che parla di una ricerca che spiega perché i bambini piangono quando ci si siede.

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta