Scuola: sospendere uno studente può essere pericoloso

A molti capita o è capitato di non essere stati particolarmente disciplinati a scuola: ai miei tempi si parlava durante la lezione, si disturbava e qualcuno ha anche risposto male al professore, finendo immediatamente in presidenza. Devo dire però che non ho mai assistito ad episodi di sospensione, anche perché in quel caso l’episodio sarebbe dovuto essere molto grave.

A quanto pare praticare questa forma di punizione “educativa” potrebbe portare dei seri danni a chi la subisce, vediamo perché.

Sospendere i ragazzi da scuola ha conseguenze anche gravi

Gli studenti dell’Università di Exeter, in Inghilterra, hanno infatti realizzato uno studio in cui hanno dimostrato che allontanare uno studente da scuola, anche solo per pochi giorni, potrebbe causare dei danni seri dal punto di vista psicologico come:
  • ansia
  • depressione
  • disturbi del comportamento

I risultati – pubblicati su Psycological medicine  –  si basano sulle risposte di 5000 studenti, bambini e adolescenti, dei loro genitori e insegnanti, a questionari per analizzare la salute mentale degli studenti. In seguito le risposte sono state valutate in base ai criteri del DSM IV, il manuale dei disturbi mentali e dello Strengths and Difficulties Questionnaire. 200 di questi studenti avevano subito almeno una sospensione.

La ricerca è arrivata a due conclusioni:

  •  gli studenti che hanno situazioni socioeconomiche compromesse, disturbi del linguaggio, disturbi dell’attenzione, disturbi dello spettro autistico, depressione o ansia sono quelli che hanno più possibilità di essere espulsi per motivi disciplinari
  • i disturbi mentali o del comportamento sono più frequenti tra coloro che già in passato erano stati espulsi.
Secondo gli studiosi la precaria situazione psicologica precede l’espulsione e ne è la causa (o una delle cause), ma anche l’essere espulsi da scuola può minare la salute emotiva di una persona: “L’allontanamento dalla scuola è risultato più comune tra i maschi, tra gli alunni della scuola secondaria e tra quelli che vivono in situazioni di deprivazione socio-economica. Anche la scarsa salute in generale, i disturbi di apprendimento la cattiva salute mentale dei genitori sono state associate all’esclusione”, dicono gli autori.
Anche se una sospensione dalla scuola dura solo un giorno o due, l’impatto e le ripercussioni per il bambino e i genitori possono essere più ampi. L’esclusione spesso segna un punto di svolta durante un periodo difficile per l’alunno, i genitori e quelli che cercano di sostenere il bambino a scuola”, dice Clair Parker, co-autore della pubblicazione e ricercatore della University of Exeter Medical School.
In Italia la sospensione viene applicata solo in casi molto gravi, per esempio in situazioni di bullismo o per atti di vandalismo. Per questo – essendo un provvedimento decisamente duro – non si possono decidere “sospensioni avventate” come si legge sul sito www.dirittoscolastico.it.
E voi unimamme cosa ne pensate?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta