gerard butler marys meals
www.marysmeals.it

Il progetto Mary’s Meals approda ad Haiti e la star del cinema Gerard Butler ha voluto verificare di persona l’importanza del progetto di donazione dei pasti che la Onlus porta avanti già da tempo.

Offrire, ad ogni bambino, un pasto completo nelle scuole e nei luoghi di formazione dei paesi più poveri al mondo, questo il progetto dell’associazione Mary’s Meals che da tempo opera a contrasto della povertà e la star del cinema Gerard Butler si è recata ad Haiti con il fondatore e CEO, Magnus MacFarlane-Barrow, per vedere da vicino il lavoro che “cambia la vita” come definiscono dalla Onlus.

gerard butler marys meals
www.marysmeals.it

Butler che era già stato in Liberia 5 anni fa, ha contattato Magnus chiedendogli di ripartire insieme. Sono quindi andati dagli studenti di École Communautaire Saint Michel de Morne Mouton nella città di Mirebala, realtà poverissimo sita nell’Altopiano centrale di Haiti per vedere la differenza che i pasti scolastici e quotidiani possono apportare alle comunità che abitano quelle zone.

Mary’s Meals, Butler: “ispirato dal genio che c’è dietro”

gerard butler marys meals
www.marysmeals.it

Grande lo stupore di Butler che ha definito l’idea di Mary’s Meals un’idea semplice. Sono ispirato dal genio che c’è dietro e da come promuove la responsabilità in tutti. È un modo molto efficace per migliorare sostanzialmente la vita di così tanti paesi poveri e può essere sviluppato ed esteso in modo economico”. 

“Altro che amore da dare”, questa la sensazione che la star ha avuto, nonostante lo stato di precarietà in cui questi bambini vivono ogni giorno della loro vita. Una vita “alimentata da Mary’s Meals in un luogo di educazione così come ha già fatto in Liberia.

Butler ha anche voluto offrire ai bambini una piccola lezione di recitazione, aiutandoli a preparare una recita sul Natale.

Haiti è il paese più povero delle Americhe: tre persone su quattro lottano per sopravvivere con meno di $ 2 al giorno e più della metà della popolazione non ha abbastanza da mangiare e la sinergia con le comunità del luogo è resa necessaria per elaborare dei programmi di alimentazione scolastica per i bambini che altrimenti, causa grandissimo stato di povertà, non potrebbero ricevere un’istruzione ed essere costretti dalla condizione precaria a lavorare, chiedere l’elemosina o cercare cibo.

Si tratta di programmi che consistono nell’elaborazione, da parte dei volontari della Onlus, di una cena nutriente con del riso, fagioli ed una salsa a base di verdure e pesce per un numero di 41.831 alunni.

LEGGI ANCHE—>2 milioni e 800 mila persone sono a rischio. L’appello per aiutarli -FOTO&VIDEO

Mary’s Meals, vite cambiate grazie al pasto scolastico

www.marysmeals.it

Restare senza parole, questo è accaduto alla star del cinema Gerard Butler e al fondatore e CEO, Magnus MacFarlane-Barrow ed è stato proprio Magnus a dichiarare: “Sono stati alcuni giorni molto toccanti incontrare i bambini di Haiti le cui vite sono state cambiate da Mary’s Meals. Tanti ricordi che le comunità qui non dimenticheranno mai, e nemmeno noi”. 

Abbiamo iniziato a dare da mangiare a soli 200 bambini nel Malawi nel 2002dicono i membri della Onlus. Oggi, più di 1,3 milioni di bambini in 17 paesi in tutto il mondo godono dei pasti di Mary ogni giorno scolastico, compresi 41.831 bambini vulnerabili ad Haiti”.

Chi è Mary’s Meals?

Il nome Mary’s Meals si ispira al nome di Maria, la madre di Gesù, che ha cresciuto suo figlio in condizioni di povertà.

Mary’s Meals è un’organizzazione apolitica e aconfessionale, che accomuna ogni ideologia e ogni persona in maniera trasversale. Unico obiettivo è il benessere dei bambini che alimentiamo ogni giorno nei luoghi di istruzione dei paesi più poveri al mondo.

Unimamme, un supporto fondamentale questo della onlus. Cosa ne pensate? Vi va di contribuire anche con poco? Qui tutte le informazioni.