questo è il post parto
Post Partum (Instagram/meg.boggs)

“Questo è il post parto”: il vero corpo delle donne, l’hashtag virale su Instagram.

Molte neo mamme hanno deciso di mostrarsi su Instagram per far vedere com’è realmente il corpo di una donna dopo il parto: #this_is_postpartum è l’hashtag che accompagna le foto, divenuto virale.

“Questo è il post parto”: ecco il vero corpo delle donne dopo che hanno partorito

Il corpo delle donne dopo aver partorito non è quello delle star di cinema e tv che si mostrano con la pancia piatta a pochissimi giorni dal parto, magari con ritocchi di photoshop, ma è un corpo di pance ancora gonfie, con adipe, tessuti rilassati e cicatrici. “Questo è il post parto è lo slogan con cui molte neo mamme hanno deciso di mostrare il loro corpo dopo il parto senza paura, ma con orgoglio su Instagram, con l’hashtag #this_is_postpartum, diventato presto virale.

Migliaia di foto pubblicate sul social media da mamme fiere della loro maternità, dei loro piccoli, spesso ritratti insieme a loro, e del loro corpo. L’hashtag #this_is_postpartum è stato rilanciato in questi giorni, a poca distanza dalla Festa della mamma e dal parto di Meghan Markle, anche lei ha sfoggiato una pancia tonda post parto sotto al vestito bianco stile impero, sottolineandola con un fiocco.

L’hashtag era stato già usato in passato, a rilanciarlo è stata la mamma blogger Meg Boggs, per rispondere alle frasi negative le che le erano state dette sul suo corpo, ritornato pesante dopo la maternità. “Devi metterti a dieta e fare esercizio“, “Il tuo stile di vita non è sano“, “Non è stata la gravidanza a farti questo” sono solo alcune delle frasi e dei rimproveri che Meg ha continuato a ricevere sui social quando pubblicava foto di se stessa e del suo corpo. “Queste frasi sono il motivo per cui mi sono vergognata del mio corpo, specialmente dopo la gravidanza quando il mio peso è tornato a salire, dopo che per anni mi ero torturata per farlo scendere“, ha scritto Meg Boggs. Un disagio che ha portato la donna ad evitare gli specchi e le foto e a soffrire nel dire che il suo era il corpo del post partum.

Finché non è arrivato lo scatto d’orgoglio e l’intenzione di reagire. Meg ha postato su Instagram una foto in cui indossa dei pantaloni elasticizzati di una tuta e una maglietta sollevata sulla sua grande pancia su cui ha scritto con il pennarello “This is postpartum”. Allo stesso tempo, la blogger solleva un bilanciere. Una manifestazione di forza e fierezza.

Un corpo come il mio è un corpo dopo il parto – ha scritto in didascalia alla foto -. Merito di celebrarlo e continuerò a farlo. Non c’è bisogno di spiegazioni. Questo corpo postpartum  è più forte ora di quanto non sia mai stato. Questo corpo postpartum solleva pesi più volte alla settimana. Ha gareggiato e lo farà ancora il prossimo mese. E sono orgogliosa di ammettere che il mio volume totale per allenamento è di circa 11.000 libbre“.

Quindi Meg Boggs ha sentenziato:  “Tutti i corpi dopo la gravidanza devono essere celebrati, in qualunque modo appaiano“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#this_is_postpartum⁣ ⁣ “You’re promoting an unhealthy lifestyle and morbid obesity.”⁣ ⁣ “Pregnancy didn’t do that to you.”⁣ ⁣ “You might want to try diet and exercise.”⁣ ⁣ “It’s about being healthy for your child, you’ll die soon living so unhealthy!”⁣ ⁣ UNHEALTHY.⁣ ⁣ It’s the word that is constantly thrown at me the minute even a sliver of my skin shows.⁣ And the reason I felt so ashamed of my body, especially after I gave birth and my weight returned after years of torturing myself to get it off.⁣ Why I felt the need to avoid mirrors and photos.⁣ Why I felt undeserving and unworthy to say this is postpartum for me.⁣ The fear of these words stopped me from living.⁣ ⁣ These notifications still buzz on my phone and the whispers still fill messages all regarding my size and my weight.⁣ ⁣ All pointing at a photo. At a mother. At a quick glance at one life that is *trying* to be her best and coming up short based on the twisted societal views of beauty and health and the “typical” version of postpartum.⁣ ⁣ But a body like mine IS a postpartum body.⁣ And I deserve to celebrate it.⁣ And I will continue to do so.⁣ This needs no explanation.⁣ This postpartum body is the strongest now that it has EVER been.⁣ This postpartum body shows up multiple times a week to lift heavy weights, has competed, and will compete again next month. (And I’m proud to admit that my total volume per workout is around 11,000 pounds, but whose counting, right?)⁣ ⁣ So I’ll try and say this as clear as possible.⁣ ⁣ All. Postpartum. Bodies. Deserve. To. Be. Celebrated. No. Matter. How. They. Look.⁣ ⁣ And not harassed or ridiculed for being proud of all that they are and all that they have done.⁣ ⁣ Postpartum looks different on every mama. Which makes it beautiful and wonderful and magical and all-the-exciting-happy-powerful-words-combined-into-one-because-MOM-BODS-ARE-THE-BOMB-DOT-COM!⁣ ⁣ Whew.⁣ *wipes sweat*⁣ ⁣ So, today, let’s celebrate you.⁣ And me.⁣ And her.⁣ And ALL of us.⁣ Let’s celebrate our similarities, our differences, & all the little things in between that make each of us so incredibly unique.⁣ ⁣ Because this is postpartum, and so is @thegarciadiaries journey. 💗

Un post condiviso da Meg Boggs (@meg.boggs) in data:

Quano scritto da Meg Boggs è stato condiviso da molte altre donne, che hanno pubblicato le foto delle loro pance “imperfette”, accompagnandole con l’hashtag #this_is_postpartum, mostrando orgoglio per il loro corpo e tenerezza per i loro bambini. Ecco alcune foto da Instagram.

questo è il post parto
Post Partum (Instagram/kbriwilliams)
questo è il post parto
Post Partum (Instagram/twinmamanotes)
questo è il post parto
Post Partum (Instagram/katiemcrenshaw)
questo è il post parto
Post Partum (Instagram/araadstory)

La storia di Meg Boggs è stata raccontata su Vanity Fair.

Che ne pensate di questa iniziativa unimamme? Condividete?

Non è la prima volta che le donne mostrano il loro vero corpo dopo la gravidanza e il parto. Come nell’articolo: “Questo è il mio corpo prima e dopo il parto”: una mamma dimostra coraggio.