filmano stupro con telefonino
Ragazza stuprata e filmata: la condanna che fa discutere | FOTO Universomamma.it

Due ex militanti di Casa Pound sono stati condannati per lo stupro di una donna viterbese. In entrambi i casi le pene sono state lievi.

Due ex militanti di Casa Pound, Francesco Chiricozzi e Riccardo Licci sono stati condannati in abbreviato a 3 anni il primo e 2 anni e 10 mesi il secondo per lo stupro di una 36enne viterbese avvenuto lo scorso 12 Aprile.

filmano stupro con telefonino 3
Ragazza stuprata e filmata: la condanna che fa discutere | FOTO Universomamma.it

Ex militanti di Casa Pond accusati di stupro: il verdetto

Lo stupro per il quale Chiricozzi e Licci sono stati condannati si è compiuto all’Old Manners Pub di Viterbo. I due uomini si erano difesi sostenendo che il rapporto era stato consensuale, ma le ferite sul corpo di Chiara (nome inventato) hanno convinto la giustizia del contrario. A carico degli imputati c’erano anche 2 video della durata di 10 minuti che hanno testimoniato una violenza molto lunga, durata 2 ore, con la quale la vittima dovrà confrontarsi per il resto della vita.

filmano stupro con telefonino
Ragazza stuprata e filmata: la condanna che fa discutere | FOTO

La donna aveva riportato un occhio nero, un dito rotto e lividi ovunque. Chiara aveva incontrato i due stupratori in un locale. “Non li avevo mai visti prima, ma sembravano simpatici” aveva detto quando aveva denunciato. Così aveva seguito il ventunenne Chiricozzi, che all’epoca era consigliere comunale nel Comune di Vallerano e il diciannovenne Licci in “un pub di loro proprietà”. Qui il trio aveva bevuto gratis. A un certo punto uno dei due ragazzi è andato al bancone per preparare un cocktail, un Negroni. La viterbese l’ha bevuto. “Da quel momento la mia cliente ha cominciato a sentirsi male” ha spiegato il suo legale. Le forze dell’ordine hanno commentato così: “determinante per la risoluzione del caso è stata la celerità”.

LEGGI ANCHE > STUPRO DI UNA 14ENNE, è SOLO “ABUSO” PERCHé LEI ERA UBRIACA

filmano stupro con telefonino 2
Ragazza stuprata e filmata: la condanna che fa discutere | FOTO

La Squadra Mobile e la Digos hanno bussato alla porta dei due condannati nel pomeriggio del 13 Aprile, a poche ore di distanza dallo stupro. In questo modo hanno acquisito la prova determinante, cioè il filmato. A questo proposito una fonte della polizia ha commentato: “quelle immagini sono eloquenti e dimostrano la colpevolezza degli arrestati”. Nel video si vede il corpo nudo della donna mentre viene seviziata e si sente Chiricozzi dire: dai, non fare così, divertiamoci un po’…” . Dal momento che c’era poca luce sempre Chiricozzi ha aggiunto: “Cazzo non se vede niente!”. Licci ha ribattuto dopo un po’ “nun ce semo?“. Il legale della vittima, Franco Taurchini, naturalmente, non è soddisfatto della durata della condanna. “La pena poteva essere anche superiore. Il danno alla mia cliente è stato enorme e i 40 mila euro di risarcimento sono pochi, per questo faremo appello”. Unimamme, voi cosa ne pensate di questa condanna di cui si parla su La Stampa?